RAVISCANINA / SAN GREGORIO MATESE / LETINO – Sperimentazione 5G, il consigliere Borrelli ‘alza la voce’ in Regione. ECCO IL DOCUMENTO

RAVISCANINA / SAN GREGORIO MATESE / LETINO (Francesco Mantovani) – Il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli al fianco delle cinque comunità campane rientranti nell’elenco dei 120 comuni italiani dove dovrebbe partire la sperimentazione della tecnologia 5G. Oltre ai tre comuni – Raviscanina, San Gregorio Matese e Letino – del casertano, nella delibera numero 231/18 resa nota dall’Autorità di Garanzia per le Comunicazioni, sono menzionati anche i comuni di Montecorice (provincia di Salerno) e Savignano Irpino (provincia di Avellino). Borrelli attraverso una interrogazione a risposta scritta chiede all’assessore regionale all’Ambiente, Fulvio Bonavitacola,anche  se la giunta regionale sia stata coinvolta o informata circa la scelta dei cinque comuni campani per la sperimentazione della tecnologia 5G e quali provvedimenti intenda

adottare per vigilare in ordine alla correttezza amministrativa dei provvedimenti delle singole amministrazioni comunali interessate al fine di garantire la salute dei cittadini e la tutela dell’ambiente e del paesaggio. Borrelli mette in luce un aspetto importante della vicenda: l’assoluta mancanza di informazioni da parte di quasi tutte le amministrazioni locali interessate al rilascio delle autorizzazioni. Il consigliere regionale, oltre a sottolineare che in alcune di queste realtà si sono già costituiti dei comitati cittadini, evidenzia la circostanza secondo cui proprio perché si sta parlando di una tecnologia ancora in fase sperimentale, qualunque programmazione in questa materia non può prescindere da un coinvolgimento diretto e partecipato delle popolazioni interessate nonché dall’adozione di provvedimenti dettati dal principio di precauzione.