SAN GREGORIO MATESE – Sperimentazione 5G, scoppia un nuovo caso: consigliere regionale chiede al Comune la copia degli atti. ECCO IL DOCUMENTO

SAN GREGORIO MATESE (Francesco Mantovani) – Sperimentazione della tecnologia 5G, scoppia anche il caso San Gregorio Matese. Il consigliere regionale, Francesco Emilio Borrelli, chiede al sindaco Giuseppe Carmine Mallardo la copia degli atti relativi alla richiesta della Wind Tre Spa. Il presidente del gruppo consiliare ‘Campania Libera – P.S.I. – Davvero Verdi’ chiede contestualmente al primo cittadino di San Gregorio Matese quali sono gli eventuali provvedimenti adottati dall’ente e come intenda muoversi l’amministrazione comunale in merito alla sperimentazione della tecnologia 5G sul territorio

comunale. L’Autorità Garante per le Comunicazioni, con la delibera numero 231/18/CONS, ha individuato tre comuni del casertano ai fini della sperimentazione delle tecnologia 5G: Raviscanina, San Gregorio Matese e Letino. Ora che la fonte è stata acclarata una volta per tutte, le fasce tricolori dei comuni interessati devono fare chiarezza. Devono dare una risposta ai cittadini e raccontare loro come stanno realmente le cose. E, soprattutto, devono dire alla gente se ad oggi hanno la certezza che la sperimentazione della tecnologia 5G non rappresenti assolutamente un pericolo per la salute della popolazione.