CELLOLE – Denuncia il Comune per danni alla sua casa, il giudice gli dà torto: vince la linea dell’avvocato Gentile

CELLOLE – Il Comune di Cellole non è tenuto a risarcire i danni causati ad un fabbricato dalla rottura di una conduttura idrica. Questo principio giuridico, che costituisce certamente un importante precedente giurisprudenziale, è stato stabilito dal Tribunale di S. Maria C. V.  in un giudizio promosso dal proprietario di una villetta di Baia Felice

L’Ente Pubblico difeso dall’avvocato Fabio Gentile è riuscito a dimostrare la propria estraneità ai fatti e l’insussistenza della propria responsabilità per i danni subiti dalla villetta a causa della rottura delle tubazioni poste al di sotto dell’edificio.

Il Comune di Cellole è, così, uscito vittorioso in una causa che se fosse andata nel senso auspicato dal proprietario del fabbricato con la condanna del Comune avrebbe rappresentato un pericoloso precedente per l’Ente locale. Sul punto abbiamo sentito l’avvocato Fabio Gentile il quale ha precisato che il giudizio in oggetto rappresenta un’importante vittoria per il Comune di Cellole che eviterà il pagamento dell’Ente di diverse migliaia di euro a titolo di risarcimento del danno e porterà invece beneficio alle casse del Comune considerata la condanna al pagamento delle spese legali per il ricorrente.

Nessun risarcimento sarà dovuto, quindi, dal Comune di Cellole ai proprietari di una villetta che hanno subito danni a causa di una vecchia condotta idrica. All’Ente comunale, difeso dall’avvocato Fabio Gentile di Cellole, sarà dovuto il pagamento delle spese legali per oltre 2.000,00 euro. Soddisfazione per gli amministratori dell’Ente raggiunti dall’importante notizia del provvedimento emesso dalla IV sezione del Tribunale di S. Maria C.V.