CASERTA – Premio Bancarella 2019, l’opera del casertano Laudadio nella sestina dei libri finalisti

CASERTA (Antonio Migliozzi) – La Città di Caserta sarà presente alla sessantasettesima edizione del Premio Bancarella 2019. Tony Laudadio, casertano doc, sarà presente alla edizione del 2019 con il suo romanzo dal titolo “Preludio a un bacio” (Enne Enne Editore, 2018). “Emanuele è un barbone – si legge nella seconda di copertina – un musicista che suona agli angoli delle strade. Ha rinunciato a ogni affetto e contatto umano, tranne quello di Maria, che lavora in un bar e si prende cura di lui. Finché un giorno, dopo un’aggressione, Emanuele si risveglia in ospedale e si accorge d’un tratto che la sua apatia è scomparsa: persone e cose brillano di una nuova luce, spingendolo ad agire per rimediare agli errori di un passato sprecato”. Preludio a un bacio è la storia di una rinascita in crescendo, in corsa verso una felicità inafferrabile,

ma comunque capace di dare senso a una vita intera. Nato a La Spezia nel 1970, Tony Laudadio vive a Caserta sin dal 1971 formandosi presso l’Oratorio dei Salesiani, laddove ha imparato a giocare a pallacanestro,a  calcio, a pallavolo, a ping pong, a recitare, suonare, cantare ed anche a servire messa, come ama egli stesso dire ironicamente. Nel 1989, insieme al suo amico storico Enrico Ianniello, prova a fare un provino per l’ammissione alla Bottega Teatrale di Vittorio Gassman. Malgrado le poche speranze sortite dall’allora due giovani, su ben 400 candidati furono ammessi ai corsi di Firenze, diplomandosi nel 1991. Da attore professionista ha recitato con Arnoldo Foà, Toni Servillo, Nicoletta Braschi e tanti altri ancora, ed è stato diretto da registi quali Paolo Sorrentino, Marco Risi, Nanni Moretti, tra i tanti. Cinema,

televisione e teatro. E poi la musica, essendo un ottimo saxofonista. Il Premio Bancarella nasce nel 1952 si iniziativa dei Librai Ambulanti di Montereglio e Pontremoli. L’edizione del 2019 sarà presieduta da Sara Rattaro, vincitrice del Bancarella 2015 con “Niente è come te” (Garzanti), mentre il nome del vincitore o della vincitrice si saprà il prossimo 21 luglio a Pontremoli (Massa Carrara). La sestina dei libri che sono stati selezionati per la finale, oltre a Tony Laudadio, sono Dove il destino muore (Cairo) di Elisabetta Cametti, Il ladro gentiluomo (Longanesi) di Alessia Gazzola, Prima che te lo dicano gli altri (Chiarelettere) di Marino Magliani, Evelyne (Interlinea) di Marco Scardigli e Come una famiglia (Sellerio) di Giampaolo Simi.