SESSA AURUNCA – Sgombero della ‘palazzina bunker’, ecco il documento di plauso dell’opposizione rivolto alle forze dell’ordine

SESSA AURUNCA – Nel corso del consiglio comunale di ieri, ad inizio lavori precisamente, i sei consiglieri di opposizione, firmatari della richiesta di convocazione di un consiglio comunale urgente, Maria Teresa Sasso, Luigi Tommasino, Alberto Verrengia, Emilio Pecunioso, Domenico Bevellino, Mario Truglio, hanno letto un documento di plauso nei confronti delle forze dell’ordine per l’operazione di sgombero della palazzina bunker del clan Esposito. Il documento è stato poi condiviso dall’intera assise. Ecco il documento letto a nome di tutti dal consigliere del Circolo Angelo Vassallo, Domenico Bevellino: “Intendiamo rivolgere in questa sede tutto il nostro plauso alle forze dell’ordine (Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco), ai delegati dell’Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati, ai Vigili Urbani e ai dipendenti e funzionari comunali, che ieri mattina hanno eseguito l’ordine di sgombero della “palazzina bunker” degli Esposito, il potente clan

camorristico locale. L’immobile, da tempo sequestrato e confiscato, a breve (dopo la manifestazione di interesse già meritoriamente presentata al Prefetto dal Comune di Sessa Aurunca, e il necessario decreto di destinazione) passerà definitivamente nella gestione comunale. A tal proposito auspichiamo, e siamo sicuri che ciò accadrà, che esso avrà un’idonea destinazione, sociale o di pubblica sicurezza (come suggerito dalla Questura di Caserta), in considerazione dell’alto valore simbolico che riveste”.