CASTELFORTE / MINTURNO – Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco, sabato la lodevole iniziativa di don Cristofaro e della dottoressa Di Nardo

CASTELFORTE / MINTURNO (Matilde Crolla) – “Ogni volta che doni un farmaco, una persona povera può curarsi”, si svolgerà sabato prossimo 9 febbraio la Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco. Un’iniziativa lodevole quella del Banco Farmaceutico, che si tiene ogni secondo sabato del mese di febbraio, nata nel 2000 a livello nazionale, e giunta nel sud Pontino nel 2006 grazie alla volontà di don Cristofaro Adriano, attuale parroco di ‘San Pietro Apostolo’ a Minturno ed all’epoca parroco di Castelforte. Fu la farmacista Giovanna Di Nardo a segnalare a don Cristofaro questa lodevole iniziativa di solidarietà. Subito il parroco decise di accoglierla, diventando

coordinatore, mentre la Di Nardo è da allora il responsabile sanitario. Ognuno può decidere in piena autonomia di donare farmaci da consegnare al Banco Farmaceutico che a sua volta, attraverso una rete nazionale, lo consegnerà ad oltre 1700 enti assistenziali che si prendono cura di chi ne ha più bisogno. Insomma, affinché nessuno debba più scegliere se mangiare o curarsi.

Il Banco Farmaceutico nasce dalla collaborazione attiva tra Compagnia delle Opere e Federfarma con la volontà di rispondere al bisogno farmaceutico delle persone indigenti mettendo in relazione farmacie, aziende farmaceutiche ed Enti assistenziali che operano capillarmente sul territorio. Dalla prima Giornata di Raccolta del Farmaco, realizzata nel dicembre 2000 limitatamente alla sola città di Milano, Banco Farmaceutico ha rapidamente esteso la propria presenza a tutto il territorio nazionale. Rispondendo a una specifica richiesta

di farmaci di una clinica nigeriana, nel 2004 ha inizio l’attività all’estero: la presenza internazionale si consolida con l’apertura del Banco Farmaceutico in Spagna nel 2008 e in Portogallo nel 2009 e portando il proprio contributo nel Sud-Est Asiatico (2004), Uganda (2009) e Haiti (2010) sia in situazioni di emergenza sia con progetti di assistenza continuativa. Nel 2007 viene costituita Banco Farmaceutico Research, associazione dedicata a supportare la collaborazione tra Banco Farmaceutico e aziende del settore per la gestione congiunta delle donazioni di farmaci. Infine nel 2008 viene istituita la Fondazione

Banco Farmaceutico onlus per adeguare anche la forma giuridica all’attività di un’opera in continua crescita. Nel sud pontino le farmacie aderenti all’iniziativa e collegate con la parrocchia di Minturno sono la Farmacia Centrale di Gaeta, la Farmacia Ciufo a Grunuovo di Santi Cosma e Damiano, la Farmacia Spaziani Testa in località Fontana Perreli.