CELLOLE – Vagabonda smarrito lungo le strade del paese, uomo di mezz’età ‘salvato’ da una notte di gelo in strada

CELLOLE (Matilde Crolla) – E’ stato trovato da solo a vagabondare per Cellole e stanotte, se degli ‘angeli’ non fossero intervenuti in suo aiuto, avrebbe dormito su un marciapiede di via Risorgimento. Una storia, come tante che ci riportano le cronache nazionali, una storia che scuote non poco la comunità cellolese. Un uomo di mezza età, pare proveniente da Ischia, è stato visto vagabondare quasi

smarrito lungo le strade della cittadina litoranea. Sono stati in un primo momento i carabinieri di Cellole, ai comandi del maresciallo Vincenzo Franco, ad avvicinare l’uomo, poi i volontari del Nucleo di Protezione Civile di Cellole, coordinati da Lucio Oliva. E proprio loro, in sinergia, come accade in questi casi, hanno prima avvertito i familiari dell’uomo e poi aiutato lo stesso a trovare una sistemazione

comoda, al caldo anche se provvisoria. Questa notte l’uomo dormirà in una casa, sotto un tetto, in un ambiente caldo, offerto da qualche cittadino generoso. Domani si vedrà il da farsi. A quanto pare, nonostante abbia dei parenti, sembra che abbia deciso di allontanarsi da casa per non farvi più rientro. Ma con questo freddo che cosa sarebbe potuto succedergli? Storie di ordinaria solitudine…un tempo apparivano così lontane, oggi sono sempre più frequenti, come sono aumentati i tanti clochard che popolano le periferie delle grandi città…