SESSA AURUNCA – Natale al Castello, al via la seconda edizione: ma la struttura è a norma?

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Natale al Castello: l’amministrazione comunale di Sessa Aurunca, targata Silvio Sasso, ha stilato il calendario degli eventi natalizi per quest’anno 2018. La lodevole iniziativa della seconda edizione di “Natale al Castello”, però, desta qualche perplessità tra i cittadini. Diversi si chiedono se l’edificio del Castello Ducale sia agibile ed adeguato a ospitare pubbliche manifestazioni e spettacoli, spesso con la presenza anche di bambini e minorenni così come avvenne lo scorso anno.
Nell’immobile in questione, ci fanno notare, non vi sono vie di fuga, non vi sono estintori; la “Sala del Trono”, in particolare, è posta al secondo piano; vi sono barriere architettoniche; non v’è un collaudo. Tra l’altro, esiste una zona cantiere senza che vi siano idonee delimitazioni ed avvisi. Non vi è un adeguato sistema di riscaldamento; non vi sono servizi igienici proporzionati. In altre parole, non è questa, al momento, la
sua destinazione d’uso. Già da qualche giorno sono stata installate nella piazza antistante il Castello Ducale le casette di legno. E’ possibile che la giunta abbia deciso di svolgere in piazza gli eventi e non all’interno della struttura, sicuramente bellissima ma a quanto pare non adeguata alle esigenze.
Qualora, malauguratamente, dovesse accadere un qualche incidente o situazione di pericolo si sarà in grado di governarla nonostante l’assenza delle condizioni minime di sicurezza?
Il sindaco o chi per esso (assessori, capi settore, comandante vigili urbani, forze dell’ordine) è in grado di garantire, dimostrandolo con carte alla mano, che la detta location è in sicurezza e che non vi sono pericoli?
Una problematica che lo scorso anno fu sollevata a margine della
prima edizione con l’auspicio che si adempiesse, nell’interesse di tutti (in particolare di quei dirigenti comunali che firmano gli atti autorizzativi), ad ottemperare alle diverse normative ed ai requisiti, minimi, di legge così da garantire l’incolumità pubblica.
Certamente l’amministrazione darà risposte concrete e responsabili in merito.