CELLOLE – Carnevale 2019, Di Meo spazza via le voci di ‘boicottaggio’ e precisa: sarà l’evento di tutti

CELLOLE (Matilde Crolla) – Carnevale 2019 nell’occhio del ciclone. Da qualche giorno stanno circolando su Facebook diversi commenti sulla futura organizzazione della manifestazione cellolese. Voci che parlano della possibilità di un cambiamento radicale nell’organizzazione da una parte, della costituzione di un nuovo comitato dall’altra. Insomma, rumors che stanno destabilizzando non poco l’opinione pubblica locale. Per fare chiarezza, dunque, abbiamo interpellato

l’assessore al ramo, Giovanni Di Meo, delegato allo Sport, Turismo e Spettacoli. Le parole di Di Meo sono apparse subito molto confortanti e di fatto vanno a smentire le indiscrezioni trapelate in queste ore. “Il Comune ha sempre contribuito in maniera alquanto sostanziale sull’organizzazione del Carnevale in questi anni- ha esordito Giovanni Di Meo-. Basti pensare che lo scorso anno abbiamo stanziato ventimila euro. Alla luce di questo finanziamento, che tra l’altro l’amministrazione Compasso intende aumentare per evitare la questua tra i commercianti, è giusto che anche il Comune faccia la sua parte. Il Carnevale- continua Di Meo-, come la sagra

dei fagioli è una manifestazione non solo di una parte, non solo di questo o di quel comitato, ma di tutti i cittadini cellolesi. Proprio per questa ragione abbiamo intenzione di allargarlo a tutti. Convocherò per la prossima settimana in sala consiliare una riunione pubblica, che sarà anticipata da manifesti, in cui tutti i cittadini interessati potranno partecipare ed offrire il loro contributo volontario nell’organizzazione del Carnevale. Ovviamente saranno invitati anche i ragazzi del Comitato Pro Carnevale degli anni scorsi, con il loro presidente Benito Bove, ed anche loro potranno continuare a rendere magnifico questo Carnevale come sempre fatto. Ma ovviamente anche altri cittadini

potranno partecipare, insieme alle associazioni e alle due Pro Loco presenti in città. Insomma, dovrà essere una festa per tutti, nessuno escluso”. Di Meo aggiunge: “Infine, per evitare malcontenti e malintesi chiederò alla segretaria comunale se potrò essere nominato come presidente di tale Comitato, essendo l’assessore al ramo, in maniera tale che nessuno potrà sentirsi escluso o

vedere in qualcun altro una qualsiasi forma di privilegio. Quanto prima renderò pubblica la data dell’incontro”. Insomma, dalle parole dell’assessore emerge una volontà ad allargare il Comitato Pro Carnevale, a migliorare tale manifestazione che già negli anni è stata portata in alto, senza ‘sabotare’ o ‘boicottare’ nessuno.