CELLOLE – Stalking e maltrattamenti, la vittima si contraddice: scarcerato giovane pluripregiudicato

CELLOLE – Si è tenuta stamane innanzi al Giudice Monocrativo, Dott.ssa Alaia, presso il tribunale di S.Maria c.v. sezione di Caserta, l’udienza dibattimentale che ha visto comparire sul banco degli imputati un giovane rumeno, C.V.,accusato di gravi  reati quale maltrattamenti, lesioni dolose, stalking a danni di una donna domiciliata in Cellole. L’uomo pluripregiudicato, difeso dall’Avv. Lorenzo Montecuollo, in ragione di questi gravi fatti , veniva  tratto in arresto dai CC e sottoposto nel mese di aprile alla

misura cautelare carceraria  risultando ristretto presso la casa circondariale di S.Maria C.V. . In udienza è stata escussa la vittima dei maltrattamenti, la quale ha si rievocato i momenti più drammatici della vicenda ma ha, rispondendo alle domande delle parti, anche ridimensionato la portata dell’addebito cadendo in alcune decisive contraddizioni. Il legale dell’imputato quindi ha, a seguito della testimonianza della persona offesa, richiesto al Giudice  procedente che venisse revocata la misura cautelare

del carcere, stante il mutato quadro indiziario e stante l’affievolimento delle esigenze cautelari. Il Giudice quindi, sentito anche il parere del P.M.,, ordinava l’immediata scarcerazione dell’imputato, imponendo allo stesso però  la misura cautelare dell’obbligo di dimora. il processo è stato inviato quindi ad ottobre 2018 per escutere gli altri testimoni della procura.