CELLOLE – Tra poche ore si decide il candidato sindaco tra Sorgente e Lauretano, ma potrebbe spuntare il terzo nome a sorpresa

CELLOLE (Matilde Crolla) – Serata di grandi riunioni questa sera a Cellole. Mentre, infatti, da una parte ci sarà un summit tra il candidato sindaco Guido Di Leone e la coalizione che lo sostiene, dall’altra anche il gruppo di Francesco Lauretano e Franco Sorgente stasera dovrà dedicarsi alle ultime ‘rifiniture’ della lista in costruzione. Secondo quanto si apprende dai diretti interessati la coalizione è quasi al completo. Manca solo la decisione finale da ufficializzare sul nome del candidato sindaco. Le possibilità sono

due: Francesco Lauretano o Franco Sorgente. Nonostante da mesi circola il nome del sindaco facente funzioni dimissionario, nelle ultime ore quello di Sorgente si fa più insistente anche alla luce di alcune candidature come quella di Luigi Verrengia dove potrebbero confluire, qualora fosse Sorgente il capolista, i voti dello stesso consigliere delegato. Se invece Franco Sorgente dovesse far parte della rosa degli aspiranti consiglieri potrebbe essere più difficoltoso per Verrengia trovare i numeri nella schiera degli amici essendo comuni o quasi a quelli di Sorgente. Ma ovviamente queste sono

solo supposizioni. Al momento nessun nome di capolista è blindato e potrebbe uscire all’ultimo momento anche un terzo a sorpresa, come quello di Armando Calenzo. Nella rosa dei candidati, invece, troviamo come quota rosa Simona Di Paolo e l’assistente sociale Felaco, nipote di Gennaro Oliviero. Tra i possibili candidati uomini, invece, si vocifera quello di Lucio Arciero, Vito Zannini, Modesto Verrengia,

Gennaro Caliendo, Luigi Verrengia e Fernando Ponticelli. Quest’ultimo, nipote dell’ex assessore della giunta Izzo, Carmine Rocco detto ‘Pinuccio’. Un altro possibile candidato è Angelo Freda. Il presidente dell’AS Cellole Calcio se dovesse decidere di ufficializzare la sua presenza, potrebbe creare non poco scompiglio nella sua famiglia visto che si ritroverebbe come avversari i suoi due nipoti: Fiore Renzo D’Onofrio e Marianna Freda, rispettivamente figli delle sue due sorelle. Insomma, anche questa volta alcune famiglie cellolesi potrebbero ritrovarsi di fronte ad un bivio nella scelta elettorale da fare.