SESSA AURUNCA – La chiusura domenicale del teatro romano spacca a metà il direttivo della Pro loco

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – La chiusura domenicale del teatro romano spacca a metà l’associazione Pro loco di Sessa Aurunca. Nei giorni scorsi, infatti, si è registrata qualche frizione all’interno del sodalizio sessano presieduto da Rosario Ago. Qualche componente del direttivo lamentava la chiusura del teatro romano di Sessa Aurunca nella mattinata di domenica nonostante la presenza

di diversi gruppi di turisti giunti in città. Alla polemica di qualche componente dell’associazione ne è seguita la risposta di un altro membro del direttivo che sottolineava che il teatro ha un programma ben definito di apertura e chiusura al pubblico che non può essere improvvisato all’ultimo momento. Ma al di là degli attriti interni al gruppo, sono in molti a chiedersi: in un periodo in cui gli

alberghi di Sessa Aurunca e Baia Domizia cominciano a pullulare di turisti provenienti da più parti d’Europa, è mai possibile che siti archeologici come il teatro romano possano essere chiusi al pubblico in giornate come la domenica? In molte città d’Italia, dove le meraviglie storiche ed architettoniche sono nettamente inferiori rispetto a quelle che Sessa Aurunca offre, si organizzano percorsi guidati e i monumenti sono sempre aperti proprio per incentivare il turismo culturale.