SESSA A.- Di Iorio esternalizza il servizio Risorse Umane, Fusco: c’è aria di irregolarità

SESSA AURUNCA – “Perché incaricare una società per esternalizzare il servizio Risorse Umane?”. Se lo chiede Antonio Fusco, consigliere comunale di Sessa Aurunca. “Perché esternalizzare il servizio e non bandire le assunzioni?

Quali sono le figure professionali assunte?
Quali criteri sono stati utilizzati per le assunzioni?
Sono stati rispettati i principi di equità, neutralità ed obiettività?


Perché tra le persone assunte figura un’ex candidata nelle liste elettorali dell’attuale Sindaco e, soprattutto, l’attuale periodo di assunzione garantirà a un “punteggio” nell’eventuale concorso pubblico

per incarichi a TEMPO INDETERMINATO? Questa sarebbe l’ulteriore beffa per i concittadini onesti, soprattutto per quelli che hanno sostenuto l’Amministrazione attuale credendo nelle- continua – loro (false) promesse di imparzialità e meritocrazia.
Viste le numerose domande senza risposta porró MASSIMA ATTENZIONE

alle assunzioni a tempo determinato da parte di società incaricate mediante trattativa diretta per servizio di supporto all’attività del Servizio Personale come

stabilito con Determina n 90/2022. Farò richiesta di accesso agli atti!
Tutto ciò non può e non deve passare inosservato perché a discapito dei giovani del nostro territorio!
Io ed i Consiglieri di Opposizione d’accordo, in presenza di

irregolarità porteremo anche questo caso in tutte le sedi deputate alle denunce.
Sin dai primi mesi di questa “nuova” Amministrazione abbiamo avuto modo di vedere atti che a nostro avviso non sono conformi con il dettato normativo di riferimento.Incarichi diretti ad ex candidati della loro

coalizione, “assistenti al RUP” senza bando, commissioni esaminatrici senza criteri oggettivi, short-list ed altro ancora.
Nel comunicato di ieri, a firma dell’Opposizione Consiliare, riguardo le “nuove” assunzioni degli ausiliari del traffico, si è scelto di utilizzare il termine “forzatura” ma, in effetti, come evidenziato da altri, vi è una violazione dell’art. 97 della Costituzione.Secondo

il principio di imparzialità l’amministrazione dello Stato deve svolgere i suoi compiti senza rendersi responsabile di favoritismi o discriminazioni.
L’escamotage di affidare incarichi a ditte esterne per i servizi comunali, che a loro volta procedono ad assunzioni dirette, non può e non deve consentire alle Amministrazioni di poter venire meno a tale dovere.
L’Amministrazione

dovrebbe garantire, anche nell’esternalizzazione dei servizi, i principi di imparzialità nell’accesso al lavoro senza rendersi responsabile e complice di eventuali discriminazioni. Abbiamo elementi tali che lasciano sospettare che non siano stati rispettati tali principi basilari.
Il ruolo dell’Opposizione non è solo quello di vigilare ma, nel rispetto del mandato ricevuto dalla Comunità, dei valori

in cui credo, dei giovani discriminati, di denunciare e di rimandare, per competenza, la questione al Prefetto ed alla Procura della Repubblica”, conclude.