CELLOLE – Al via lo screening anti-Covid per gli alunni, il vademecum per le famiglie e l’appello dell’assessore Izzo

CELLOLE (Matilde Crolla) – Parte sabato pomeriggio con inizio alle ore 14.30 presso la palestra delle scuole medie dell’istituto comprensivo ‘Serao-Fermi’ lo screening sugli studenti cellolesi. Tamponi gratuiti a tappeto saranno effettuati su tutta la platea scolastica che frequenta gli istituti di Cellole e frazioni, pubblici e privati, compresi gli alunni dell’Alberghiero del Mare di Borgo Centore. L’iniziativa è stata promossa

dall’amministrazione comunale, su volontà del sindaco Guido Di Leone, dell’assessore all’Istruzione Martina Izzo e dell’assessore al Covid Antonietta Marchegiano. I ragazzi saranno sottoposti a tampone antigenico gratuito e facoltativo. Si procederà per ordine alfabetico in base al seguente orario: sabato pomeriggio dalle 14:30 alle 18:30 dalla lettera A alla lettera E, domenica mattina dalle 9:00 alle 13:00 dalla

lettera F alla O e domenica pomeriggio dalle 14:30 alle 18:30 dalla lettera P alla Z. L’iniziativa è finalizzata a riaprire l’anno scolastico, dopo la pausa delle festività natalizie e dell’ordinanza del sindaco vigente fino a domani, in piena sicurezza visto l’aumento dei casi nelle ultime settimane, soprattutto tra i giovani. Possono partecipare

allo screening tutti gli alunni, anche se non residenti a Cellole, purché frequentino le scuole di ogni ordine e grado pubbliche e private del territorio. Sono esclusi dallo screening gli studenti che frequentano le scuole superiori altrove. Per partecipare all’operazione ‘Rientro a scuola in sicurezza’ occorrerà presentare la fotocopia

del documento di riconoscimento dei genitori e dell’alunno sottoposto a tampone. È consigliabile la prescrizione del medico curante o del pediatra per gli studenti delle scuole medie e delle superiori. In caso contrario ci si potrà presentare ugualmente con gli altri documenti, tra cui il modulo della farmacia ‘De Cesare-Mascolo’ coinvolta nell’iniziativa

di screening che riportiamo in basso. I genitori i cui figli frequentano le scuole di altre città non potranno effettuare il tampone gratuito, a meno che non decideranno di aderire ad eventuali screening dei Comuni dove sono ubicate le scuole frequentanti. L’assessore all’Istruzione Martina Izzo ha voluto lanciare un appello alle famiglie rispetto alle due giornate di prevenzione: “Mi appello al buon senso delle famiglie, sottoponete i vostri figli al tampone perché è l’unico modo di partire in sicurezza. Ci siamo attivati per effettuare lo screening gratuito – spiega- proprio per venire incontro a tutte le famiglie in un momento così delicato e difficile. Come noi ci siamo impegnati in questi giorni per

organizzare le due giornate di prevenzione, vi chiediamo un piccolo sforzo nel portare i vostri figli presso la palestra della scuola media nei giorni indicati. Solo se uniti possiamo uscire da questa tremenda pandemia. I tamponi che verranno effettuati non ci proteggeranno dal Covid e né tantomeno scongiureranno un eventuale contagio futuro ma ripartire con il piede giusto dopo la pausa natalizia crediamo che sia la cosa migliore da fare”, conclude Martina Izzo.