CELLOLE – Le assunzioni per l’autovelox dividono la città, duro manifesto del ‘Comitato Civico Cellolese’

CELLOLE (Matilde Crolla) – Le assunzioni da parte della società che si occupa della gestione dell’autovelox, nonostante le dichiarazioni rese ieri ai nostri microfoni dal sindaco Francesco Lauretano, continuano a far parlare. Questa mattina il Comitato Civico Cellolese ha diffuso un manifesto dai toni molto forti. “Assunzioni Autovelox– si legge-. Il clientelismo continua ad essere lo strumento preferito di questa maggioranza. Questa volta si sono davvero superati. Quattro illustri assunzioni nella società che gestirà l’autovelox: nipoti di dirigenti, parenti degli amministratori, figli di chi è vicino all’amministrazione. Tutto

questo è vergognoso”, si legge nel manifesto. Ed, intanto, anche sui vari profili Facebook si continua a commentare l’accaduto. Lauretano ha affermato ieri: “Le assunzioni sono state fatte da una società privata che ha seguito un metodo di selezione che nulla ha a che vedere con i concorsi pubblici”. Ma l’opposizione consiliare, costituita dal ‘Comitato Civico Cellolese’, non ci sta. Ritiene che quella del sindaco sia una risposta scontata e prevedibile. “Considerate le sue capacità oratorie- ha sostenuto il capogruppo

Guido Di Leone-, mi sarei aspettato di più. Che la Beta Professional Consulting Srl sia una società privata che ha selezionato personale con il metodo che ha ritenuto più opportuno non ci sono dubbi. Ma purtroppo a Cellole non riusciamo più a fidarci del ‘caso’. Non crediamo che la selezione sia stata fatta in maniera casuale. Cercheremo di vederci chiaro quanto prima su questo e su tante altre questioni”.