SESSA AURUNCA – Liberi e Uguali, i candidati si presentano agli elettori: basta con la politica clientelare che ha mutilato il territorio. I VIDEO

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Filippo Ianniello, coordinatore del Circolo Angelo Vassallo ‘Liberi e Uguali’, ha presentato ufficialmente domenica mattina i candidati a sostegno di Pietro Grasso. Sono stati presentati alla cittadinanza Maria Teresa Sasso, candidata al Senato all’uninominale Santa Maria Capua Vetere – Benevento, Giovanni Cerchia candidato alla Camera nel collegio plurinominale

di Caserta Antonio Patalano candidato alla Camera al collegio uninominale Santa Maria Capua Vetere – Sessa Aurunca, e Rosalba Scafuro, capolista al Senato per Avellino, Benevento e Caserta. I candidati, nel corso dei loro interventi, non hanno potuto non segnalare “l’esigenza di superare la quotidianità, di ‘salvare’ un territorio che ha subito una mutilazione in termini di servizi per il cittadino e di abbandono dell’ambiente”. Molto toccante l’intervento di Rosalba Scafuro rispetto alle condizioni in cui versa l’Oasi dei Variconi a Castel Volturno, considerata una riserva naturale meravigliosa ma ormai divenuta ricettacolo

di bottiglie di plastica e materiale proveniente dal fiume Volturno che lascia immaginare quanto sia stato contaminato dalle discariche abusive e dall’indifferenza tutto l’ambiente circostante. E’ stato sottolineato come sia importante l’impegno politico di fronte a tale scempio, di come accendere un campanello d’allarme spesso possa attivare la magistratura ad approfondire e ad individuare le responsabilità dei reati ambientali o altro. “In questi giorni abbiamo visto assistito all’inchiesta di Fanpage, un’inchiesta che ci tocca da vicino- ha affermato Antonio Patalano-, che ci dimostra che l‘emergenza rifiuti è il pane

fresco per la mafia e per la politica collusa. Dobbiamo allora fare delle scelte e scegliere da che parte stare. Se stare dalla parte di chi è stato con la politica clientelare per anni o chi ha affrontato la politica con senso di responsabilità, di vicinanza alle problematiche del territorio”. Presente anche il coordinatore provinciale di ‘Liberi e Uguali’, Antonio Dell’Aquila che ha dichiarato: “Vi chiedo di fare uno sforzo in questa settimana, perché il risultato di questo progetto politico che abbiamo messo in piedi raccolga il necessario consenso per rilanciare le battaglie della giustizia, della legalità, del lavoro, battaglie testimoniate dalla storia politica di ognuno di noi. Noi andiamo a presentare una proposta politica credibile per il nostro Paese, con una

faccia pulita ed impegnata e capace di essere al fianco dei cittadini, dei lavoratori, dei pensionati. Consapevoli che quelle battaglie continueremo a portarle avanti tra la gente e per la gente anche all’indomani del 4 marzo, come abbiamo sempre fatto”. Le conclusioni dell’incontro sono toccate alla candidata ‘locale’, Maria Teresa Sasso, esponente e militante di Sessa Aurunca di ‘Liberi e Uguali’. “E’ per me un’emozione poter parlare nella mia sede, nella nostra casa, nella sede dove condividiamo pensieri ed azioni, dalla quale usciamo fuori portando avanti la nostra lealtà, un ideale che non abbiamo mai abbandonato. Liberi e Uguali ha mantenuto la sua promessa: portare il territorio nella campagna elettorale, dando fiducia al territorio attraverso persone che rappresentano il territorio. Liberi e Uguali parte da un momento particolare, quello

del lavoro che passa attraverso la scuola, dalla conoscenza, arriva alla giustizia per giungere all’ambiente. La nostra provincia è diventata la peggiore d’Italia. I nostri giovani costretti ad andare fuori non solo per lavorare, ma anche per studiare. Abbiamo eccellenti Università, eppure i nostri giovani decidono di spostarsi. Basti pensare- ha continuato Sasso- che il 30 per cento dei giovani si spostano verso altri territori. La motivazione è che si spostano per trovare altrove quello che non siamo in grado più di offrire noi. I governi hanno fatto scelte scellerate come il Job Act e la Buona Scuola, una legge quest’ultima che ha tolto la libertà ai docenti, che ha separato le famiglie. Una scuola che ha dato vita al preside tiranno che decide della vita di

un docente, una scuola che pensa ad un’attività che chiama alternanza scuola lavoro, ma dove? Può avere senso in altri luoghi, no nei nostri territori. Stiamo assistendo alla morte annunciata di un territorio, massacrato da politiche che favoriscono leggi ambientali che fanno altro danno, mettendo terra su terra su quello che già c’è. Noi vogliamo metterci la faccia per dire basta a tutto questo, per unire le forze. Abbiamo bisogno di costruire una sinistra nuova e Grasso con il suo progetto sta dando senso a tutto questo affinché insieme riusciamo a recuperare nuovamente quello spazio che ci è stato tolto e che ha generato politiche assurde. Prima

avevamo una frangia estrema di povertà, oggi siamo diventati tutti poveri. Non abbiamo più nulla da offrire a nostri figli. E’ arrivato il momento di dire basta”. Erano presenti alla presentazione dei candidati, tra il pubblico, anche il consigliere comunale, Domenico Bevellino, il rappresentante del direttivo del Circolo Angelo Vassallo Liberi e Uguali di Sessa Aurunca, Domenico Palmieri, Igor Prata di Falciano del Massico, Romolo Calcagno, Simmaco Perillo, Giuseppe Leone ed Emilio Forte, come rappresentante sindacale del Consorzio Aurunco di Bonifica. SEGUE VIDEO DELL’INTERVENTO DI MARIA TERESA SASSO E DEL COORDINATORE PROVINCIALE ANTONIO DELL’AQUILA.