CELLOLE – Mensa, l’assessore Izzo assicura i rimborsi per lo scorso anno e annuncia la nascita di un’App

CELLOLE (Matilde Crolla) – Le scuole di Cellole hanno in parte riaperto i battenti nella giornata di ieri. Nell’attesa che tutto si avvii a pieno regime anche per le classi seconde e terze della media dell’istituto comprensivo ‘Serao-Fermi’, l’assessore all’Istruzione Martina Izzo ha dato indicazione all’ufficio competente di organizzarsi per

il rimborso del servizio di refezione in favore di tutti coloro che hanno pagato da marzo a maggio dello scorso anno senza usufruirne. “La mensa dovrebbe ripartire per la primaria e la materna non appena la situazione sarà più tranquilla sotto il punto di vista dei contagi. Ma è chiaro che chi ha pagato la refezione scolastica senza averne usufruito a causa della pandemia non può accollarsi un’ulteriore spesa- ha dichiarato l’assessore Izzo-. Insomma, il Comune di Cellole non

può restare indifferente a chi ha rispettato il regolamento. Tra l’altro, a causa di una modalità di pagamento alquanto obsoleta rispetto ad altri Comuni, ci sono realtà in cui vigono delle vere e proprie App in base alle quali i genitori di volta in volta pagano ciò che i figli consumano, a Cellole essendo quello della mensa un servizio nuovo sono state adottate delle modalità di pagamento che a causa dell’emergenza Covid hanno svantaggiato chi ha pagato regolarmente. Dunque, posso

rassicurare le famiglie che ci attiveremo quanto prima per restituire a chi ha pagato ciò che gli spetta e nello stesso tempo saranno anche ‘controllati’ coloro che invece hanno usufruito del servizio senza aver versato alcuna quota”, conclude Izzo. Tra l’altro, l’assessore all’Istruzione Izzo annuncia che il Comune si sta attivando affinché a settembre anche le famiglie di Cellole possano essere dotate di una App che

consenta di versare di volta in volta la quota per il servizio di refezione scolastica senza rischiare di dover essere rimborsati per somme versate in anticipo in caso di una ennesima interruzione.