SANT’ANGELO D’ALIFE – Più di mille persone da 48 ore senza medico di famiglia…in piena pandemia

SANT’ANGELO D’ALIFE (Francesco Mantovani) – Più di mille persone lasciate da due giorni senza medico di famiglia: monta la protesta. I disagi partono da una data precisa: 15 marzo 2021, giorno in cui è scaduto l’incarico affidato un anno fa al sostituto del medico titolare. Eppure, a distanza di 48 ore, gran parte della comunità santangiolese è ancora senza medico curante. E per di più in piena pandemia. Come mai la locale azienda sanitaria pur conoscendo da un anno la data di scadenza dell’incarico del sostituto, non si è organizzata nei tempi opportuni evitando che tantissimi cittadini restassero senza medico di famiglia anche se per qualche giorno? Non ci sono medici disponibili a ricoprire tale incarico? Intanto, nella graduatoria regionale ci sono oltre 2mila

medici formati per la medicina generale in attesa di incarico visto che la Regione Campania per non aver pubblicato e inviato le carenze due volte l’anno non si è ancora messa al passo con le altre regioni d’Italia. Un ritardo che ad onor del vero è da attribuire anche e soprattutto alla rilevazione e comunicazione delle carenze da parte delle aziende sanitarie locali alla stessa Regione. Una pecca, ad ogni modo, i cui effetti possono rivelarsi disastrosi e che certifica quanto la scelta di continuare ad affidare incarichi a sostituti provvisori non sia la soluzione migliore al problema.