CELLOLE – Borghi in Festival, il Comune partecipa all’ambizioso progetto di rilancio turistico

CELLOLE (Matilde Crolla) – Borghi in Festival, è questo il nome dell’ambizioso progetto di rilancio turistico e culturale del territorio cui ha partecipato anche il Comune di Cellole, insieme a Roccamonfina, Caposele, Morra De Danctis, Piana di Monte Verna, e fortemente voluto dal sindaco Guido Di Leone, dall’assessore al Turismo

Giuseppe Ponticelli e dal consigliere delegato alla Cultura, Fiore Renzo D’Onofrio. Il progetto, promosso dal Mibact, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turistismo, prevede la realizzazione di percorsi culturali e turistici all’interno delle più belle ricchezze storiche ed archeologiche dei Comuni coinvolti in ‘Borghi in Festival’, con eventi e spettacoli in sinergia. Borghi in Festival

intende fornire l’opportunità di finanziamento di progetti di rigenerazione urbana, culturale ed economico-sociale dei piccoli comuni italiani. L’ambizioso progetto prevede anche la realizzazione di una guida turistica digitale con tutte le méte dei sei Comuni aderenti e la ricostruzione in 3d delle bellezze artistiche così come si presentavano un tempo. L’assessore Ponticelli e il consigliere D’Onofrio hanno

voluto puntare sulla villa Tigellino, meglio conosciuta come villa San Limato situata a Baia Felice, uno degli esemplari più belli di villa romana presenti in Italia. “Ogni Comune ha scelto un partner e noi siamo onorati di poter contare su quello della Sovrintendenza ai Beni Culturali- ha dichiarato Ponticelli-. Tutte le aree prescelte

saranno inserite in un percorso turistico regionale destinato a turisti e scolaresche. Sono contentissimo dei partner partecipanti, tutti Comuni importanti, con i vari sindaci e vicesindaci molto disponibili. Con questi Comuni sicuramente anche in futuro potremo progettare nuove iniziative per lo sviluppo del turismo. Pensiamo ad esempio al Comune di Roccamonfina, nostro vicino di casa, con

il quale è nostra intenzione creare una filiera di percorsi turistici ed enogastronomici ‘mare-montagna’. Stessa cosa per Amalfi creando una sinergia tra costiera amalfitana e litorale domizio. Insomma, un vero trampolino di lancio per il nostro amato litorale”, conclude Ponticelli.