CELLOLE – Covid: misure ancora più dure per i ristoratori, l’appello e la speranza del titolare di ‘De Gustibus’. L’INTERVISTA

CELLOLE (Matilde Crolla) – Bar e ristoranti chiusi nelle aree più a rischio: questo quanto è stato deciso dall’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che ieri, ancora una volta, ha parlato alla Nazione indicando le linee guida da adottare per frenare il contagio. La Campania è stata definita, al momento, zona ‘gialla’, nonostante

nel primo pomeriggio (mentre registravamo la rubrica ‘Appuntamento con…’) veniva indicata tra le zone ‘ibride’, ossia in parte rossa ed in parte arancione. Ci sono molti dubbi su questa definizione, lo stesso De Luca ha preso le distanze dalla decisione del Governo. Infatti, domani ci sarà la conferenza stampa del presidente della

Regione Campania che deluciderà i cittadini sui nuovi provvedimenti. Ad essere penalizzati in questo momento sono i ristoratori ed i titolari dei bar e pub che non possono lavorare se non attraverso l’asporto. Tra le attività più penalizzate quelle come ‘De Gustibus’ di Antonio Sparagna, un ristorante esclusivo che ha puntato

sulla qualità degli ingredienti e sulla ricercatezza dei piatti e della loro presentazione. Lo abbiamo intervistato per capire come si sta ‘arrangiando’ in questo momento così difficile. SEGUIAMO L’INTERVISTA VIDEO (basta cliccare in alto).