SESSA AURUNCA – Protocollata la mozione di sfiducia, Sasso contro Oliviero: così viene ripagata la generosità della città e del territorio

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – La mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Silvio Sasso ha un mandante ben preciso: <<Gennaro Oliviero>>. Lo dice lo stesso primo cittadino che commentando a caldo la grave crisi politica in città attribuisce ai <<seguaci>> del neo rieletto consigliere regionale del Pd le stesse identiche responsabilità visto che <<la generosità di Sessa e del territorio è stata subito ripagata con il tentativo di consegnarci tutti ad un Commissario>>. Parole intrise di amarezza quelle attraverso le quali il primo cittadino di Sessa Aurunca commenta la mozione di sfiducia protocollata poco fa in municipio da sei consiglieri di maggioranza – Ciro Marcigliano, Lorenzo Fusco, Luca Sciarretta, Basilio Vernile, Luciano Di Meo e Martina Di Meo – e due di minoranza – Luigi Tommasino ed Emilio Pecunioso -. <<E’ sorprendente – rincara Sasso – che all’indomani delle elezioni trionfali su questo territorio del Partito Democratico, con il raggiungimento del 57 per cento, e con la maggioranza dei consiglieri comunali del Pd, si debba sfasciare tutto senza una chiara motivazione e consegnare il territorio ad un commissario. A questo punto non è chiaro se il Pd abbia veramente vinto o perso>>, conclude la fascia tricolore sessana.