CAIAZZO – Scuole, amministrazione in cerca di locali. Insero: siamo alla sbando più totale

CAIAZZO (fm) – <<Siamo allo sbando più totale. Con delibera di giunta del 23 settembre, l’amministrazione di Caiazzo ha pubblicato un bando per la ricerca di locali privati da destinare alle scuole. Finora la maggioranza guidata da Giaquinto ed in particolare l’assessore alla Pubblica Istruzione nonché vicesindaco Ponsillo, hanno ricorso le farfalle. E’ dal mese di giugno, che sto sollecitando il comune di Caiazzo ad attivarsi per la ricerca di soluzioni alternative visto le continue disposizioni del Ministero. Sull’argomento ho anche presentato una interpellanza che è stata discussa il 27 giugno scorso, ma ho ricevuto solo risposte vane ed evasive. Avevo suggerito, soluzione questa che avrebbe dato anche un grande slancio al centro storico, di utilizzare il bellissimo Palazzo Egizi quale sede scolastica visto che fino a due anni fa ospitava regolarmente il Liceo Scientifico, ma mi è stato risposto che è un immobile non in regola con le normative (mancanza di ascensore, assenza di scala

antincendio etc. etc.). Ebbene, voglio proprio vedere quale locale privato, che sarà profumatamente pagato con il denaro dei cittadini, risulterà a norma! Abbiamo il plesso di S. Giovanni e Paolo che non è del tutto utilizzato, il plesso di Cesarano con soli 10-15 bambini, Palazzo Egizi totalmente utilizzabile con pochissimi accorgimenti. Ebbene, rispetto a queste soluzioni a costo zero per la cittadinanza, l’unica alternativa trovata dall’amministrazione Giaquinto, è quella di pubblicare il 23 settembre, ad anno scolastico già teoricamente iniziato (tutto doveva essere pronto per il 14 settembre), un bando per reperire locali privati. In un amministrazione seria sarebbe già saltata qualche testa (a dire il vero molto poco pensante), a Caiazzo invece si rincorrono le farfalle. Siamo allo sbando più totale>>. Sono parole del consigliere indipendente Amedeo Insero,
che nei tempi opportuni e con lungimiranza aveva sollecitato il comune di Caiazzo ad attivarsi. Insero dimostra ancora una volta di caricarsi sulle proprie spalle quasi l’intero peso dell’opposizione consiliare.