REGIONALI – ‘#unasceltaterritoriale’, Sant’Angelo d’Alife apre le braccia al rinnovamento: attesa per la nuova tappa del tour elettorale di De Rosa

SANT’ANGELO D’ALIFE – Sant’Angelo d’Alife e Valle Agricola sono le prossime tappe del tour fra città, e borghi e contrade dell’alto casertano diDamiano De Rosa. Il sindaco di Prata Sannita, candidato di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale della Campania, sarà a Sant’Angelo venerdì, 11 settembre, per un apericena a Villa Serena. Sabato incontrerà i cittadini di Valle Agricola alle 20.30 nella centrale piazza XX Settembre.

Una campagna elettorale, la sua, sintetizzata non a caso dall’hashtag #unasceltaterritoriale0823, tutta vissuta all’insegna dell’amatissimo territorio che un anno fa lo ha eletto sindaco di Prata e, pochi mesi dopo, lo ha visto al servizio della sua gente anche come assessore alla Comunità Montana, sempre in trincea per affrontare qualsiasi emergenza delle estensioni boschive, che rendono tutta l’area del Matese un’eccellenza naturalistica unica ed inimitabile della Campania.


Da qui, dall’amore autentico per queste terre, è arrivata anche la scelta di accettare la sfida, ponendosi al servizio delle comunità dell’intera regione, con l’intento primario di portare in

Consiglio regionale la voce dei cittadini di queste incantate zone, troppo spesso dimenticate dalla politica nazionale e locale. Obiettivi centrali sono, per De Rosa, la gestione attenta del passaggio dell’Ente Parco Regionale del Matese nell’Olimpo dei Parchi Nazionali, tassello strategico per la valorizzazione ed il rilancio territoriale, ma soprattutto quello, non meno rilevante in tempo di pandemia, di rendere effettivamente un presidio sanitario di eccellenza l’Ospedale di Piedimonte Matese, su cui l’esecutivo regionale uscente ha fatto un gran parlare, senza finora mostrare fatti concreti. A cominciare da quel campo di atterraggio per l’eliambulanza che i cittadini attendono invano da anni e

che invece, ha affermato il sindaco De Rosa in una recente intervista a Caserta Sera, potrebbe essere facilmente realizzato in un territorio che non manca certo di spazi, come quello del Matese.

Nell’intervista ancor più recente, rilasciata a La Voce delle Voci, Damiano De Rosa ha affrontato anche temi di carattere nazionale, dalla riforma della Giustizia al fenomeno dei negazionisti, fino al referendum costituzionale: un punto su cui, a conferma del suo attaccamento alle terre d’origine, ha spiegato da giurista, oltre che da primo cittadino, le ragioni convinte del suo no.