REGIONALI – Bosco ‘scarica’ Schiavone. Lui sbotta: vittima di un complotto politico

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – Luigi Bosco “scarica” Massimo Schiavone e lo taglia fuori dalla lista ‘Noi Campani’. Il consigliere regionale uscente ieri era a Sessa Aurunca per comunicare la decisione al presidente del consiglio comunale sessano nonché consigliere provinciale e a suo padre Michele. Un vero e proprio fulmine a ciel sereno che scuote la politica locale e non solo. Schiavone, che non molti giorni fa aveva firmato la sua adesione al progetto politico targato Bosco-Mastella, viene cacciato così con una motivazione (“è venuta meno la fiducia”) pubblicamente resa dallo stesso consigliere regionale ma che molto probabilmente non basterà a mettere la parola fine ad una vicenda i cui retroscena sono tutti da scoprire. Lo fa capire, del resto, lo stesso giovane politico sessano che, raggiunto al telefono, ha apertamente detto di sentirsi vittima di un complotto politico.