CAIAZZO – Palazzo Egizi, Insero: “adibire la struttura a scuola elementare. Altre destinazioni una follia”

CAIAZZO (fm) – <<L’estate è appena iniziata ma la ripresa delle scuole (1 settembre) è alle porte e non vedo nessuna iniziativa da parte dell’amministrazione tesa a risolvere la grave situazione venutasi a creare a seguito dell’emergenza sanitaria dovuta al covid 19. Anche se le linee guida da parte del Ministro Azzolina non sono ancora definitive, tuttavia alcune indicazioni sono già state diramate dal Miur. Ebbene tra queste, vi è la distanza tra i banchi nelle aule che dovrà essere garantita nella misura di 2 metri quadrati per ogni alunno, il che significa, in pratica, che quasi tutte le aule dovranno essere sdoppiate. Ebbene, alla luce di tali indicazioni non vi è chi non veda che le strutture attualmente adoperate per le scuole materne ed elementari sono assolutamente insufficienti. Abbiamo, pertanto, bisogno di utilizzare anche altre strutture come

Palazzo Egizi che potrebbe essere destinato alle scuole elementari>>. Lo sostiene il consigliere Amedeo Insero che torna a ribadire un concetto espresso con largo anticipo già qualche tempo fa. Insero ha le idee chiare su quella che deve essere la destinazione da dare a Palazzo Egizi. E rivolgendosi all’amministrazione comunale, il consigliere indipendente afferma: <<Il comune deve attivarsi senza ulteriormente indugiare, affinchè la Provincia di Caserta rilasci immediatamente l’immobile. I necessari lavori per la messa a norma e sicurezza potranno essere fatti direttamente dal comune che provvederà, poi, alla richiesta di rimborso all’Ente provincia una volta effettuati i lavori. Non va dimenticato che con il Decreto Scuola di cui alla L. 41/2020 ai sindaci sono stati attribuiti poteri commissariali straordinari. I sindaci possono, addirittura procedere ad occupazioni  ed espropriazioni di aree destinate alle

scuole. In una emergenza del genere – aggiunge Insero – , la sola idea di adibire Palazzo Egizi ad altra destinazione (sento parlare di una fantomatica sede distaccata di qualche corso universitario) che non sia quella per gli studenti di Caiazzo, è folle! Abbiamo bisogno come l’aria di aule e di spazi per gli studenti. Sarebbe, inoltre, una occasione per far rivivere il nostro abbandonato centro storico. La collocazione delle scuole elementari a Palazzo Egizi comporterebbe un flusso di centinaia di persone al giorno che, per tutto l’anno, frequentano il centro storico con inevitabile beneficio delle poche attività commerciali ancora ivi esistenti. E’ una occasione unica – conclude il consigliere comunale indipendente – che non possiamo perdere. L’attuale maggioranza sarà responsabile per gli anni a  venire, di ogni diversa, scellerata, scelta>>.