SANT’ANGELO D’ALIFE – Acqua non potabile da circa tre settimane: Campone, Pini e Falco: inspiegabile il silenzio dell’amministrazione

SANT’ANGELO D’ALIFE (Francesco Mantovani) – <<A circa un mese dal provvedimento di non utilizzo ai fini potabili dell’acqua della condotta pubblica, nulla è stato più comunicato. É assolutamente inspiegabile il silenzio assordante dell’amministrazione comunale, la quale continua nell’attività di propaganda e clientela, oltre al dispendio di denaro pubblico con ulteriori incarichi esterni; ormai questo comune è il bancomat di tecnici e consulenti esterni>>. Esordiscono con queste parole i consiglieri comunali Pino Falco, Massimo Pini e Giancarlo Campone che intervengono in merito alla non potabilità dell’acqua che si protrae ormai da troppo tempo senza nessuna comunicazione a riguardo da parte della classe dirigente locale. <<In qualità di consiglieri comunali – continuano Falco, Pini e Campone – vorremmo capire le motivazioni che hanno creato questo

disagio incomprensibile che la cittadinanza sta subendo. Nonostante milioni di euro spesi per l’ammodernamento della rete idrica, nonostante i costi alti dei canoni, imposti dall’amministrazione, si continua nell’utilizzo di pozzi vecchi, mai autorizzati e sicuramente non nelle migliori condizioni. Chiediamo pertanto risposte urgenti e indifferibili e invitiamo il sindaco a trovare soluzioni alternative ai fini dell’aporovvigionamento dell’acqua potabile. Inoltre – concludono i tre consiglieri comunali – chiediamo che per il periodo in questione siano annullati i pagameni dei canoni con relative tasse>>.