AILANO – Carenza idrica, la proposta di Vessella: sgravio fiscale per chi installa un serbatoio

AILANO (fm) – Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta a firma del consigliere Domenico Vessella che qualche giorno fa ha rimesso le deleghe nelle mani del sindaco. Vessella si sofferma in particolare sull’annoso problema legato alla carenza idrica proponendo uno sgravio fiscale sulla bolletta pari alla spesa sostenuta dai cittadini per installare un serbatoio di accumulo dell’acqua ed il relativo impianto. Una proposta che il consigliere protocollerà in occasione del prossimo consiglio comunale. Queste le parole di Vessella:

Cari concittadini, in qualità di consigliere comunale di maggioranza intendo avere un rapporto diretto con voi, pertanto le mie idee e le mie proposte da oggi le comunicherò direttamente alla popolazione. Onde evitare speculazioni, pettegolezzi e chiacchiere da bar da subito vi dico che intendo mantenere fede al mandato conferitomi dall’elettorato, non sono né un voltagabbana, né un traditore, ma

non intendo limitare il mio ruolo al alzare la mano in occasione di quei pochi consigli comunali che si svolgono. Ho scelto questa modalità di comunicazione perché ciò che propongo nelle riunioni di maggioranza viene accettato in quella sede ma disatteso nell’operato successivo. Oggi intendo parlare dell’annosa questione legata alla carenza idrica in cui versa Ailano, specialmente nel periodo primavera – estate. Ci sono intere zone che restano troppo frequentemente senz’acqua; tutta la zona bassa di Ailano a ridosso della provinciale Ailano – Valle Agricola , zona Serretelle, zona Macchie, via Zuozi ed altre ancora. Oggi in clima di emergenza pandemica non è possibile trascorrere una estate in queste condizioni. E’ un dato di fatto che né le precedenti amministrazioni, né l’attuale amministrazione hanno avuto la capacità di risolvere il problema, nonostante

siano state spese ingenti somme e altre se ne vogliono spendere. Personalmente mi sento poco responsabile perché sto in amministrazione da meno di un anno, ma questo poco importa; quello che mi importa è cercare di portare un aiuto immediato a chi versa in una situazione di difficoltà nell’approvvigionamento idrico, anche perché le tasse servono a pagare i servizi, altrimenti non ha senso pagarle. Detto ciò passo alla proposta. Siccome ho giustificato motivo di credere che che il problema non si risolverà nel giro di qualche settimana o di qualche mese, propongo uno sgravio fiscale sulla bolletta dell’acqua pari alla spesa sostenuta dai cittadini per installare un serbatoio di accumulo dell’acqua ed il relativo impianto presso la propria abitazione dietro presentazione

di regolare fattura fiscale e avvenuto pagamento tracciabile. Ritengo che questa mia proposta possa anche avere un positivo ed immediato risvolto economico, perché è ovvio che commercianti e ditte installatrici incasserebbero quella parte di denaro che altrimenti finirebbe nelle casse della Pubblialifana e quindi del Comune, e in un momento così difficile mi sembra più giusto aiutare l’economia dei cittadini piuttosto che quella degli Enti. Restando sempre a disposizione dei cittadini e invitandoli a contattarmi per ogni eventuale esigenza mando a tutti loro indistintamente un caloroso saluto“.