CELLOLE – Covid19, ‘Cellole Condivisa’ si autotassa e dona i test rapidi a Protezione civile, forze dell’ordine e operatori sanitari

CELLOLE (cs) – “Prevenzione e solidarietà, questi sono i valori che hanno ispirato l’iniziativa di Cellole Condivisa all’acquisto di test rapidi. Prevenzione per individuare chi in presenza di lievi sintomi potrebbe essere affetto da coronavirus ed in attesa di tampone; solidarietà perché c’e’ bisogno in questo momento di azioni concrete volte a sostenere una popolazione afflitta dall’emergenza

sanitaria e soprattutto chi combatte in prima linea il nemico che abbiamo di fronte”. E’ ciò che si legge in un comunicato stampa del gruppo ‘Cellole Condivisa’ composto da Umberto Sarno, Giovanni Iovino, Antonietta Marchegiano e Francesco Barretta. “Partendo da questa analisi abbiamo deciso, oltre all’interazione con gli uffici preposti, anche di autotassarci per acquistare i test rapidi e di donarli alla

Protezione Civile che in sinergia con i presidi medici del territorio Cellolese potranno valutare di volta in volta chi potrebbe avere bisogno di esserne sottoposto. Augurandoci sempre che Cellole non debba averne bisogno. Crediamo che la politica oltre a essere concreta deve essere lungimirante, operando sempre a tutela e nell’interesse del cittadino. Nell’immediato saranno disponibili i kit che il gruppo

Cellole Condivisa dopo un lavoro certosino fatto in sinergia con rappresentanti politici del territorio, donerà ufficialmente allo straordinario nucleo della Protezione Civile di Cellole che in questo periodo sta svolgendo un lavoro immane e rischioso da veri angeli custodi del territorio in sinergia con la stazione dei Carabinieri di Cellole e la Polizia di Stato, il comando di polizia municipale e non per ultimi al personale sanitario impegnato in prima linea; senza

dimenticare il grande contributo che Don Lorenzo Langella con la sua rete di volontari sta dando in questo momento alle famiglie in serie difficoltà economica. Insieme ce la faremo”, concludono.