CELLOLE – Il Coronavirus non frena la cattiveria, cosparse polpette avvelenate per cani in via Napoli

CELLOLE (Matilde Crolla) – Ci si auspicava che in questo momento di emergenza, di paura, di angoscia, l’animo umano diventasse più avvezzo alle buone azioni. Invece dobbiamo fare i conti con la dura realtà: c’è chi si inasprisce maggiormente, chi fa della cattiveria il pane quotidiano, prendendosela con delle povere creature. Oggi ci arriva la segnalazione di qualcuno che si è ‘divertito’ a cospargere via Napoli di polpette avvelenate con dose letale per cani. Una delle padroncine di un amico a quattro zampe, la sociologa Rossella Cappabianca, ha immediatamente provveduto ad effettuare regolare denuncia al comandante della stazione dei vigili urbani di Cellole, sollecitando di segnalare l’accaduto all’Asl di competenza e, inoltre, segnalato

il tutto al comando dei carabinieri di Cellole. “Purtroppo il mio piccolo Lucky e’ stato colpito ma sappiate che sta bene grazie ad Anna Grella dell’associazione” Anime di strada” che mi ha messo in contatto con lo studio veterinario di Mondragone del dott. Valerio Corvino- afferma Cappabianca-. Ringrazio entrambi profondamente per aver salvato il mio cagnolino. A voi incivili di via Napoli, vi informo

che si tratta di reato oltre al fatto che c’è un ordinanza regionale per cui non bisogna uscire di casa nemmeno per le vostre nefandezze e faccio davvero fatica a capire come possiate in un momento così delicato per la vita di tutti noi trovare la voglia di commette azioni così riprovevoli; piuttosto pregate e ritrovate voi stessi”.