PIETRAVAIRANO – Recupero oneri urbanizzazione, conferito mandato allo stesso legale che già fu responsabile dello staff dell’ex sindaco Zarone

PIETRAVAIRANO (Francesco Mantovani) – Con determina numero 87 del 16 marzo 2020, il Comune di Pietravairano (settore amministrativo) ha conferito all’avvocato Pasquale Di Fruscio di Pietramelara incarico legale per il recupero della somma di euro 27.508,38 quale costo di costruzione della concessione edilizia numero 3 del primo marzo 2002. Oneri che il Comune fino ad oggi non ha mai inspiegabilmente incassato nonostante i numerosi solleciti da parte delle

opposizioni che nel corso del tempo hanno protocollato più di una interrogazione in merito. Una vicenda così curiosa che già da qualche tempo ha attirato l’attenzione delle fiamme gialle matesine e della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

I fatti

Per capire di cosa si parla bisogna ripercorrere la vicenda tornando indietro di circa un ventennio. Correva precisamente l’anno 2000 quando con delibera di consiglio comunale (la numero 10 del primo febbraio) veniva approvato il programma edilizio proposto da una cooperativa su alcune aree comprese nella zona ‘C’ del piano regolatore. Due mesi dopo, con delibera di giunta numero 60 dell’11 aprile veniva approvato lo schema di convenzione tra il comune di Pietravairano e la stessa cooperativa edilizia per la cessione del diritto

di proprietà degli standards urbanistici derivati dal piano dal piano di lottizzazione in questione. La convenzione per la realizzazione delle opere comprese nel piano di lottizzazione in argomento veniva stipulata il 16 di giugno dello stesso anno. Per tali opere edilizie venivano rilasciati tre permessi: una concessione edilizia (anno 2002), una Dia (anno 2006) e un’autorizzazione (anno 2002). Sette anni dopo – siamo nel 2009 – al protocollo del comune veniva trasmesso da un professionista il certificato di collaudo di tali opere realizzate dalla cooperativa. La giunta comunale targata Francesco Zarone con delibera numero 52 del primo agosto 2013 acquisiva (in conformità con l’articolo 9 della convenzione) al patrimonio dell’ente le aree destinate alle opere urbanizzazione e standards. Le spese di stipula inerenti l’atto di acquisizione si conveniva di porle a carico della ditta lottizzante. Ma in tanti anni il

Comune non ha né incassato gli oneri di costruzione né ha provveduto ad acquisire al patrimonio dell’ente le aree immobiliari come prevedeva la convenzione.

Semplici curiosità

Alcune domande a questo punto sorgono spontanee. Come mai così tanto tempo affinché il Comune incaricasse un legale per provare a riscuotere gli oneri di urbanizzazione? E ora che finalmente è stato incaricato un legale perché oltre alla riscossione degli oneri di urbanizzazione il Comune non ha dato mandato anche di acquisire al patrimonio dell’ente le aree immobiliari così come prevedeva la convenzione edilizia stipulata a suo tempo tra il municipio di Pietravairano

e la cooperativa? Altra piccola curiosità: il professionista incaricato oggi dall’ente municipale guidato dalla sindaca Marianna Di Robbio altro non è che la stessa persona nominata qualche anno fa dall’allora primo cittadino Francesco Zarone quale responsabile dello staff del sindaco. Ecco i documenti. Vedere per credere.