CAIAZZO – Stop 5G, Insero chiede alla giunta di adottare una delibera in via precauzionale

CAIAZZO (Francesco Mantovani) – Il consigliere Amedeo Insero ha inoltrato alla giunta municipale una richiesta affinché venga adottata una delibera che vieti la installazione, anche solo in via sperimentale, di apparecchiature del sistema “5G” sul territorio comunale, nelle more della nuova cancerogenesi annunciata dalla International Agency for Research on cancer. L’azione politico amministrativa del consigliere comunale indipendente punta in questa occasione a tutelare la salute della cittadinanza in merito ad una tematica molto sentita all’interno del bacino del Medio e Alto Volturno dove più comuni hanno già adottato questo tipo di delibere. La richiesta del consigliere Insero – sempre più unica voce di opposizione, soprattutto costruttiva, in città – parte dall’assunto secondo il quale pur non essendoci alcuna posizione pregiudiziale sfavorevole in ordine all’installazione della tecnologia di quinta generazione, un buon amministratore ha prima di tutto il dovere di tutelare la salute pubblica vista l’assenza, ad oggi, di prove di innocuità certe relative a quella che sarà una immersione totale della popolazione in onde millimetriche. Mai studiate in laboratorio.