SESSA AURUNCA – Calenzo: “Salvaguardiamo piazza Duomo, che diventi il salotto buono della città”. LE FOTO DI PRIMA E DOPO

SESSA AURUNCA (Matilde Crolla) – “Piazza Duomo diventi il salotto buono della Città“. Lo chiede l’ex viceSindaco ed Assessore all’Urbanistica di Sessa Aurunca, Italo Calenzo, che gli anni scorsi fu il promotore, attraverso l’arredo urbano (fioriere e panchine), della soppressione del parcheggio nella piazza in questione (foto in basso).

“C’è bisogno – ha spiegato Calenzo – di tutelare il nostro patrimonio artistico ed imporre il decoro ed il rispetto della Chiesa”.
I visitatori (quei pochi che arrivano!) sono costretti ad immortalare la storica costruzione religiosa, uno dei monumenti più importanti di una Città ricca di storia,“prigioniera” di auto in sosta gratuitamente e permanentemente (in basso come si presenta oggi).

“Ciò che accade a Sessa Aurunca – chiosa Italo Calenzo – equivale a pensare a un parcheggio a ridosso della Chiesa Santa Maria Novella a Firenze. Parliamo di un sito che ha un valore storico inestimabile”.
In questi ultimi anni più volte è stata rappresentata all’amministrazione comunale la problematica invitandola a risolvere con fermezza tale increscioso fenomeno.


“Si adottino tutti provvedimenti del caso – chiede l’ex numero due – e si effettuino, conseguentemente, più controlli con la massima severità”. Un appello, finale ai concittadini: “Evitiamo almeno il parcheggio selvaggio davanti alla nostra Cattedrale. Conservare il nostro inestimabile valore storico artistico è opera di grande sensibilità civile; una piazza cosi importante dovrebbe essere valorizzata sempre insieme alle forze produttive, così da diventare motore centrale e fulcro d’iniziative di rilievo”.