TEANO – ‘I problemi del fine vita’. Se ne è discusso presso il Seminario diocesano con l’AMCI ed il Vescovo

TEANO (Antonio Migliozzi) – “Con dignità fino alla fine. I problemi del fine vita”. Un argomento molto delicato ed altrettanto attuale, quello del “fine vita”, si è discusso nella mattinata di oggi sabato 19 ottobre presso la Sala conferenze del Seminario, evento organizzato dall’Associazione Medici Cattolici Italiani in collaborazione con la Diocesi di Teano – Calvi. Il 25 settembre scorso, la Corte Costituzionale ha deciso di depenalizzare il suicidio assistito, alimentando così una forte polemica tra l’etica e la giurisprudenza al diritto alla vita o alla fine della propria vita. Dopo un momento di accoglienza, l’evento ha preso inizio con l’introduzione a cura di Anna Celentano (presidente dell’AMCI Teano –  Calvi), seguita dai saluti di S.E.R. Mons. Giacomo Cirulli (Vescovo della Diocesi di Teano – Calvi), del sindaco di Teano Dino D’Andrea e di don Stefano Vannoni (responsabile diocesano della Pastorale della Salute).

Al termine dei saluti ci sono stati gli interventi del vice Presidente nazionale AMCI per il Sud Italia Giuseppe Battimelli (“Tutelare la dignità del morire tra norme giuridiche e responsabilità etiche”), Luigi Ievoli (anestesista, palliativista, responsabile Hospice Clinica Villa Fiorita di Capua con “Le cure palliative: né eutanasia, né accanimento terapeutico”) concludendo con Chiara Marchini (praticante avvocato con il tema “Disposizioni Anticipate di Trattamento – D.A.T.: responsabilità del medico e libero arbitrio del paziente”). Dopo un momento di pausa, i lavori sono stati ripresi con l’intervento di Aldo Bova (Presidente Nazionale del Forum delle associazioni socio-sanitarie con un intervento dal tema “La cultura dell’Amore per il tramonto della vita”) e di Padre Edmund Kowalski, professore di antropologia filosofica su inizio e fine vita, Accademia Alfonsiana di Roma (“Umanizzazione della morte. L’etica dell’accompagnamento del malato terminale”). Dopo una discussione tra i presenti, ci sono state le conclusioni del Vescovo Giacomo Cirulli, mentre i lavori sono stati moderati dal Vescovo Giacomo e da Mario Ascolese, Presidente AMCI Regione Campania