TEANO – Regolamento Forum dei Giovani, Di Benedetto: ‘Inaudito l’eliminazione del meccanismo elettivo’

TEANO (Antonio Migliozzi) – Nicola Di Benedetto, già sindaco del Comune di Teano ed attuale consigliere di minoranza per il gruppo “Futura”, in seguito all’ultimo consiglio comunale dive si è discusso anche del Regolamento del Forum dei Giovani, ha così commentato sul suo social: “Ieri sera il Consiglio comunale ha approvato un regolamento unico che disciplina il funzionamento di tutte le Consulte di cittadini, previste dall’articolo 36 dello Statuto comunale. Il nostro Gruppo consiliare ha votato contro questa aberrazione, esponendo le ragioni e cercando di convincere gli altri dell’errore clamoroso che si stava commettendo. Abbiamo anche contestato la previsione che le nomine di tutti e 9 i componenti di ciascuna Consulta debbano “essere espressione” dell’Amministrazione della Città, lottizzate politicamente tra la maggioranza (6) e l’opposizione (3). Abbiamo cercato di far capire che in questo modo si rischia di compromettere la vera partecipazione spontanea del cittadini interessati o dei rappresentanti delle associazioni. Non c’è stato nulla da fare. La maggioranza è andata avanti a carrarmato. Atteggiamento legittimo (forse), ma tutto sbagliato. Al momento della pubblicazione del nuovo regolamento, saranno quindi abrogati i testi già vigenti e scritti in passato per lo Sport, il Commercio, l’Ambiente e per il Forum dei Giovani. Proprio quest’ultimo è il caso più raccapricciante.

Secondo il regolamento approvato dalla maggioranza politica del nostro Comune  deve sparire dall’orizzonte il meccanismo elettivo dei Consiglieri del Forum, per lasciare il posto alla nomina diretta dei componenti dell’Assemblea. La predetta maggioranza ha dato prova di voler archiviare senza batter ciglio le elezioni che avevano in passato coinvolto tanti ragazzi, sostituendole con i curriculum da inviare al Comune nella speranza che qualcuno dei consiglieri li legga. Una vera schifezza, ma, evidentemente, la cosa non deve aver sconvolto più di tanto gli attuali componenti del Forum dei Giovani, visto che ieri sera il loro Coordinatore era lì tra il pubblico ad assistere impassibile all’omicidio volontario che si stava consumando. Tutto nella norma? Assolutamente sì: ancora una volta la maggioranza ha voluto dimostrare che con la forza dei numeri possa fare di tutto, anche VIOLARE LA LEGGE. Infatti, ieri sera, presi dalla furia riformatrice, non si sono accorti che la vigente legge regionale impone ai Comuni di utilizzare un meccanismo TOTALMENTE ELETTIVO per la costituzione del Forum dei Giovani. Sciocchezze! Che volete che succeda: una illegittimità in più non sconvolge più nessuno