CELLOLE – Operatori ecologici in attesa dello stipendio di luglio e della quattordicesima

CELLOLE (Matilde Crolla) – Operatori ecologici in attesa dello stipendio di luglio e della quattordicesima. Nonostante le rassicurazioni giunte qualche settimana fa dalla sindaca, Cristina Compasso, e dal delegato all’Ambiente, Umberto Sarno, circa il pagamento delle spettanze del mese di luglio, i netturbini cellolesi, fissi e stagionali, hanno percepito solamente nei primi giorni di agosto la mensilità di giugno e ad oggi nulla per ciò che concerne il mese di luglio, che solitamente viene pagato entro la prima decade del mese, e stessa cosa per la quattordicesima che avrebbero dovuto percepire a luglio. Nel corso

dell’incontro in Comune di qualche settimana fa, chiesto dagli operatori al fine di ottenere una maggiore precisione nella ricezione delle spettanze, gli amministratori confermarono le difficoltà che sta vivendo il Consorzio Cite, affidatario del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Nell’occasione chiesero anche un po’ di pazienza in più agli stessi operatori. L’attuale amministrazione ha, infatti, prorogato alla stessa società l’appalto non essendo riuscita nei tempi previsti a bandire una nuova gara, stando a quanto dichiarato dallo stesso Sarno nell’incontro con i netturbini, ma nei prossimi

mesi sarà un’altra la società che si occuperà del servizio. Da qualche giorno, infatti, presso la Stazione Unica Appaltante è giunta la richiesta di una sola ditta alla partecipazione al bando di gara emanato dal Comune. Non appena saranno espletate tutte le procedure burocratiche previste, si spera, il Comune potrà uscire da questa impasse.