AILANO / PRATA SANNITA – In fiamme Monte Cimogna, ore e ore di lavoro per domare l’incendio: sul posto i vertici dell’Ente Montano

AILANO / PRATA SANNITA (Francesco Mantovani) – Ore e ore di incessante lavoro per domare un grosso incendio di mano probabilmente dolosa che avrebbe potuto invadere anche i centri abitati di Ailano e Prata Sannita. Le fiamme hanno divorato una grossa fetta di Monte Cimogna, ricadente nel comune di Ailano e in parte in quello di Prata Sannita. Sul posto fin dai primi momenti sono accorsi la squadra speciale AIB (attualmente composta da circa una ventina di Baif specializzati per far fronte a questo tipo di criticità nei mesi estivi) e i Braccianti Agricoli Idraulico Forestali del cantiere di Ailano. Alle operazioni svolte dalle squadre a terra si è reso indispensabile il supporto aereo. Anche oggi, gli equipaggi sono stati impegnati dalle prime luci del giorno nelle operazioni di spegnimento dei numerosi incendi boschivi con venti lanci di acqua prelevata velocemente presso la vicina diga di Ailano. La giunta della comunità montana ha adesso predisposto un servizio di monitoraggio di almeno 48 ore per assicurarsi che non vi siano ulteriori focolai che possano riavviare l’incendio. Tutti gli interventi per spegnere le fiamme sono stati costantemente monitorati dai vertici dell’Ente Montano. Sul posto anche il sindaco di Ailano Vincenzo Lanzone. <<A testimonianza di come vogliamo interpretare il nostro mandato – afferma l’assessore della Comunità Montana Damiano De Rosa – abbiamo deciso di essere presenti a turno in prima persona al fianco dei nostri uomini che in questi mesi di emergenza boschiva rischiano in prima persona per tutelare e salvaguardare le preziose risorse di cui il territorio matesino dispone. Ieri erano presenti il presidente Francesco Imperadore e gli assessori Mauro Martino e Luigi Zazzarino. Oggi – prosegue la fascia tricolore di Prata Sannita – ho voluto assicurami personalmente, insieme al prezioso coordinatore Geppino Grillo, che il DOS (Direttore Operazioni Spegnimento prontamente nominato come per legge) desse il segnale via radio anche alle autorità competenti di avvenuta messa in sicurezza della zona e di chiusura delle operazioni urgenti. L’intervento tempestivo del personale AIB della Comunità Montana e delle squadre Baif presenti sul territorio, che hanno operato in concerto con carabinieri (forestale), vigili del fuoco e protezione civile, ai quali va il personale ringrazioamento della giunta tutta dell’ente montano matesino, ha impedito che l’incendio verosimilmente doloso come da prime indiscrezioni potesse avere conseguenze ulteriori ben più gravi dirigendosi verso i centri abitati di Ailano e Prata Sannita>>, conclude il sindaco De Rosa.