COMUNITA’ MONTANA DEL MATESE – Partita petizione popolare contro la lottizzazione degli incarichi decisa dall’alto

MATESE (Francesco Mantovani) – La rivolta del Matese contro la lottizzazione di incarichi e poltrone. Sul sito Change.org, il Comitato cittadino Raviscanina ha lanciato ieri sera una petizione per dire basta ai diktat dettati dall’alto e per sostenere l’elezione a presidente della Comunità Montana di uno dei sindaci di frontiera al fine di poter rilanciare le straordinarie attrattive storico-naturalistiche  del comprensorio a livello nazionale ed europeo. L’obiettivo è quello di evitare che, per l’ennesima volta, il Matese possa restare prigioniero di logiche politiche feudali sempre più distanti dal sentimento e dalla volontà di un popolo ormai stanco di assistere passivamente al declino di un territorio dalle enormi potenzialità.

Questo il testo integrale della petizione lanciata su Change.org

Un sindaco del rinnovamento per la guida della comunità montana del Matese

Vogliamo un sindaco di frontiera per vincere l’isolamento geografico-produttivo del Matese e rilanciarne le straordinarie attrattive storico-naturalistiche a livello nazionale ed europeo. La Comunità Montana del Matese, che si accinge in queste ore a rinnovare i suoi vertici, non intende restare ancora una volta prigioniera di logiche politiche feudali all’insegna della lottizzazione di incarichi e poltrone. I cittadini dicono basta ai diktat calati dall’alto e vogliono un presidente/sindaco di frontiera, con le qualità e le competenze per interloquire da pari a pari con le istituzioni regionali, nazionali ed europee. Se sei d’accordo firma anche tu.

Questo il link per firmare la petizione:

http://chng.it/8V2dsWjHkg