ROCCAMONFINA – Sindaco Montefusco: ‘i nostri lavori stanno dando molto fastidio a chi ci ha preceduto’

ROCCAMONFINA (Antonio Migliozzi) – “Buonasera Amici, stiamo lavorando sodo, stremati però dai continui attacchi  dell’opposizione , che cerca disperatamente di fermarci ad ogni costo”. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Carlo Montefusco ha voluto rispondere ancora una volta ai numerosi attacchi che stanno giungendo da alcune parti.

“Infastiditi dalle troppe opere di ricostruzione di Roccamonfina che stiamo attuando (dopo il parco giochi, marciapiede e via Municipio, polo sportivo, rete  fognaria,passeremo a ricostruire la strada sull’altro lato, area solarium, area relax, il ponte pedonale di congiunzione con piazza mercato, viale delle Terme, via Decio etc. Al lato del comune (dov’era il vecchio carcere) a breve sorgerà un polo sanitario di emergenza con pronto soccorso di ultima generazione. In soli 4 anni di amministrazione, abbiamo fatto più di loro in 10 anni… dal 2005 al 2015 ricordate un’opera realizzata? A noi risultano soltanto la svendita delle Terme con conseguente distruzione (consentirono di far letteralmente saltare in aria la meravigliosa struttura riducendola in polvere ), debiti e la pagina più buia della storia di Roccamonfina… Chiariamo: Debiti pregressi e Corte dei Conti: Il 19.04.2017 abbiamo, coraggiosamente, riconosciuto tutti i forsennati, nascosti debiti fuori bilancio del passato. Successivamente il Responsbaile del servizio finanziario comunicava l’ impossibilità di procedere alla copertura finanziaria soltanto con i nostri risparmi, ritenendo a tal fine necessario ricorrere al fondo di rotazione per la copertura di tutti i debiti del passato. Dopo l’ok ministeriale, le documentazioni sono passate alla sezione di controllo della Corte dei Conti che ha fatto una “radiografia” completa di tutto l’Ente ed ha suggerito delle misure correttive tecniche: -Riaccertamento ordinario e straordinario dei residui per il 2014, alla data del 01.01.2015. (Non eravamo ancora in amministrazione!!!) -ripiano del disavanzo tecnico da riaccertamento -rideterminazione Fondo Crediti di dubbia esigibilità. -rideterminazione risultato di amministrazione. -Liquidazione dei vecchi debiti fuori bilancio riconosciuti con le risorse dell’Ente. Dato che c’erano stati già 2 dissesti, non abbiamo potuto accedere, quindi, a nessun aiuto esterno. Pagheremo gli oltre 900 mila euro di debiti che abbiamo trovato, esclusivamente con le nostre forze (cioè con i risparmi a bilancio comunale dal 2016 al 2019). Finalmente, a breve, avremo un bilancio pulito e procederemo con un forte abbassamento delle tasse (ovviamente, un altro smacco per loro che non sono riusciti mai a farlo!)”