ENTE MONTANO MATESE – De Rosa: attribuirmi etichette politiche che non mi appartengono è un maldestro e strumentale tentativo per confondere l’opinione dei cittadini

PRATA SANNITA / PIEDIMONTE MATESE – In riferimento all’articolo sulla Comunità Montana del Matese apparso oggi su una testata locale, il sindaco di Prata Sannita, avvocato Damiano De Rosa, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

<<In quanto eletto con una lista civica segno del rinnovamento, senza l’appoggio politico di nessun partito, mi sento e sono il Sindaco di tutti, al di là di qualsiasi schieramento. Sono sempre stato un moderato, cattolico, con tanta voglia di fare sia nel privato che, da poco, nel settore pubblico ed ho sempre respinto ogni forma di estremismo sia di destra che di sinistra. Come professionista ho sempre difeso chiunque, indipendentemente dal credo politico, mettendo in primo piano la difesa dei principi costituzionali. Ritengo pertanto, quello fatto con l’articolo cui ritengo di dover rispondere, solo un maldestro, strumentale e fuorviante tentativo di confondere l’opinione dei cittadini, attribuendomi etichette politiche che non mi appartengono e non mi sono mai appartenute. La scelta della mia persona alla eventuale guida della comunità montana, ribadisco il concetto, si basa proprio sulla mia estraneità sia al passato che a schieramenti e logiche politiche precostituite e, soprattutto, sulle esperienze professionali testimoniate da anni di lavoro nella risoluzione di problemi e criticità di ogni genere, ben testimoniate dal mio curriculum pubblico. Nell’interesse delle famiglie dei lavoratori colpiti dai problemi ormai ben noti e delle criticità gestionali da cui l’Ente è afflitto, spero che eventuali candidati alla guida della presidenza dell’Ente vogliano offrire, garantire e pubblicare analoghe capacità tecniche e professionali e che vorranno offrire a garanzia e testimonianza della motivazione della loro eventuale investitura.
Quanto poi alle considerazioni espresse nell’articolo secondo cui l’ente comunità Montana ‘non conta nulla’, tale affermazione va respinta al mittente, sia perché poco rispettosa delle popolazioni amministrate, sia perché, se fosse vera, ciò sarebbe dovuto alla dis-amministrazione degli ultimi anni, prona ai desiderata della politica e lontana anni luce dai bisogni dei cittadini’. Quanto alla mia ritenuta “estraneità” al territorio, invito il redattore a venire a fare una passeggiata a Prata Sannita per scoprire quanto abbiamo già fatto come amministrazione composta da volti giovani e nuovi (segno, questo sì di un evidente rinnovamento) e quanto sia davvero ridicolo e meschino fare campagne elettorali basate sulla “non appartenenza per nascita di un territorio”, evidenziando che anche il Presidente De Luca è nato fuori dalla Regione Campania, ma è stato comunque scelto dalla maggioranza dei cittadini per amministrala (e forse lo ha fatto meglio di chiunque altro)>>. (fm)