AILANO – Nuove tecnologie, Lanzone dice ‘no’ e rettifica il contratto di locazione: esempio di grande umiltà

AILANO (Francesco Mantovani) – Il sindaco Vincenzo Lanzone dice ‘no’ alla sperimentazione di nuove tecnologie sul territorio comunale. La fascia tricolore di Ailano ha opportunamente modificato il contratto di locazione e contestualmente ha riunito stamattina la giunta per integrare con un nuovo atto la delibera con la quale l’esecutivo dava ospitalità per l’installazione di una stazione radio base per telefonia cellulare. Nello specifico, l’esecutivo Lanzone, con la delibera numero 49 del 25 giugno 2019, precisa che “la concessione dell’ospitalità per l’installazione di una stazione radio base concessa a Wind Tre Spa con delibera di giunta comunale numero 47 del 20 giugno 2019 è limitata esclusivamente a tecnologie fino a 4G (quarta generazione)”. Lanzone ha anche provveduto – accogliendo quanto evidenziato da Macronews nella giornata di ieri – a modificare l’articolo tre del contratto di locazione (“Destinazione e uso dell’immbile”), eliminando tutta la parte relativa al ‘passaggio a nuove tecnologie cui la locatrice ora per allora acconsentiva’. Con questo gesto il sindaco di Ailano ha dimostrato un alto senso di responsabilità oltre che un forte attaccamento alla popolazione da lui rappresentata provvedendo in tempi rapidi a rivedere quanto precedentemente approvato con le necessarie correzioni e adottando anche una nuova delibera di giunta per rafforzare la sua tesi. Facendo in questo caso seguire i fatti agli annunci.

Il contratto modificato:

La delibera di giunta: