CELLOLE – ‘Lassate fa’ o’ guaglione’, incontro sul genio ingegneristico di Luigi Giura e sul ponte del Garigliano. LE INTERVISTE E IL VIDEO DELL’ARIELLA

CELLOLE (Matilde Crolla) – Luigi Giura ed il suo genio ingegneristico sono stati al centro di un interessante convegno organizzato dall’associazione ‘Ariella’ di Cellole, presieduta da Biagio Palladino ed Elena Sorgente, in collaborazione con l’associazione ‘Alta Terra di Lavoro’, presieduta da Claudio Saltarelli. L’evento, tenutosi presso l’auditorium della parrocchia di San Marco e San Vito, ha visto anche la presenza dell’assessore allo Sport, Cultura e Spettacoli, Giovanni Di Meo che ha portato i suoi saluti istituzionali. Interessante l’intervento dei relatori presenti come Emiliano Pimpinella, presidente

del Comitato Luigi Giura, con cui Biagio Palladino ha instaurato un’interessante sinergia che li vedrà collaborare insieme anche in futuro; Fernando Riccardi che ha portato il suo contributo storico sull’importanza del ponte Real Ferdinando sul Garigliano per essere stato luogo di un’importante battaglia tenutasi nel 1860, ricordando le figure del generale Matteo Negri e del capitano Domenico Bozzelli; e la professoressa Raffaella Palumbo, docente di storia ed estetica musicale del Conservatorio di Avellino, che ha presentato

degli autori che hanno arricchito il panorama musicale nella storia della nostra terra. L’associazione Emozioni Fotografiche, presieduta da Angelo Stanziale, ha per l’occasione allestito una mostra a tema e gli alunni della scuola media ‘Serao-Fermi’ hanno, invece, mostrato il lavoro di ricerca fatto proprio sul fiume Garigliano e il Ponte. Erano presenti, tra gli altri, anche alcuni architetti ed ingegneri

del territorio, insieme ai rappresentanti dell’associazione Carabinieri in Congedo sezione di Cellole e la Pro Loco Città di Cellole con il presidente Angelo Di Lorenzo. “Lassate fa’ ‘o guaglione”, è stato il titolo dell’evento, proprio per riprendere la frase pronunciata dal re quando l’ingegnere Giura presentò il suo progetto di realizzazione del ponte. Molte all’epoca furono le perplessità avanzate, in particolare dalla stampa inglese e dai ministri, ma Giura riuscì a dimostrare la sua lungimiranza divenendo simbolo della nascita della ‘Scienze delle Costruzioni’. Ricordiamo che all’epoca il ponte del Garigliano rappresentò

un punto di congiuntura tra l’Europa e l’Africa. Nell’occasione è stata ricordata anche la figura dell’europarlamentare Franco Compasso che fece arrivare finanziamenti dalla Comunità Europea per la ricostruzione del ponte dopo che i tedeschi lo fecero saltare in aria durante la Seconda Guerra Mondiale. Durante l’evento ci sono stati dei coinvolgenti momenti musicali proposti proprio dal gruppo dell’Ariella. LE INTERVISTE  E IL VIDEO DELLO SPETTACOLO DELL’ARIELLA