CELLOLE – Inizia il viaggio sconosciuto delle emozioni, la dottoressa dell’anima Mastroluca ci educa all’affettività. Oggi l’evento

CELLOLE (Matilde Crolla) – ‘Il viaggio sconosciuto delle emozioni, educare all’affettività’, sta per alzarsi il sipario sul tanto atteso convegno-seminario organizzato dalla dottoressa dell’anima, Giuseppina Mastroluca, in collaborazione con il Centro Studi M.I.A, di Maria Antonietta Pellegrino, ed il patrocinio del Comune di Cellole. Questo pomeriggio esperti delle ‘emozioni’ relazioneranno su un argomento

molto delicato ma così vicino al vivere quotidiano di ogni individuo. Un incontro nuovo, sui generis, soprattutto per le modalità di svolgimento, mai tenutosi a Cellole e fortemente voluto da Mastroluca e dall’assessore alle Politiche sociali, Antonietta Marchegiano. Non sarà, infatti, il classico convegno, ma ci saranno dei momenti molto particolari nel corso dei quali il pubblico presente sarà trascinato in un viaggio esperienziale alla ricerca delle emozioni di ognuno. Siamo in grado di conoscere le nostre emozioni? Sappiamo distinguerle tra loro? Siamo in grado di gestirle? Queste e tante altre saranno le domande cui gli esperti presenti, presso la biblioteca comunale di Cellole, risponderanno. Sarà un convegno ma anche un seminario, o meglio ancora come ama definirlo la dottoressa Mastroluca, un ‘percorso’, un viaggio nell’anima alla scoperta delle emozioni più celate. L’incontro, infatti, vedrà

la partecipazione e l’intervento della dottoressa Marialaura Atza che relazionerà sulle “emozioni e inconscio, l’ipnosi e le vie della visualizzazione emotiva”, la dottoressa Gloria Giordano su “emozioni: ragione o sentimenti?”, il catechista Giovanni Pucino che parlerà della sua esperienza nella gestione delle emozioni dei bambini, Francesco Smirne che parlerà della funzione evocativa

della musica, la dottoressa Mastroluca che parlerà di “comunicare le emozioni: queste sconosciute”. L’evento vedrà anche la partecipazione, per i saluti istituzionali, della sindaca Cristina Compasso e dell’assessore alle Politiche sociali, Antonietta Marchegiano.