CELLOLE – “I libri ci danno le ali per volare”, gli alunni delle classi II A e II B chiudono l’anno scolastico in maniera…fiabesca!

CELLOLE (Matilde Crolla) – “Volerò sulle ali del mondo, nel cielo infinito…”, sotto le note della colonna sonora del cartone ‘Peter Pan’ del giovane cantautore Pierdavide Carone i piccoli alunni delle classi II A e II B della scuola primaria di via Leonardo di Cellole hanno concluso il loro anno scolastico mettendo in scena, con costumi di rievocazione fiabesca, una toccante rappresentazione dedicata proprio alle favole ed al piacere della lettura. L’invito, realizzato proprio dai bambini con un bellissimo

disegno di un castello fatato su di un libro, è stato inoltrato non solo ai genitori, ma anche alla dirigente scolastica, Gabriella Rubino, ed alla sindaca, Cristina Compasso, presenti in prima fila all’evento di questa mattina. Un viaggio fantastico nel mondo delle fiabe attraverso la riscoperta del piacere della lettura. Perché un libro, come da anni ricorda la loro insegnante Tiziana Perrotta, ti mette le ali per volare. Gli alunni, grazie al valido ed indispensabile supporto di tutte le loro insegnanti, Cristina Persico, Angela Fabozzi, Angela Loffredo, Raffaella Esposito ed Antonietta Sellitto, hanno realizzato quest’anno un interessante progetto dedicato proprio alla lettura ed in particolare a quello della fiaba, studiando

la struttura della stessa. Hanno realizzato cartelloni, esposti questa mattina nell’atrio della scuola, e lapbook. “Se i libri fossero di torrone li leggerei uno a colazione, se fossero di marmellata a merenda ne darei una ripassata..se un libro fosse di burro e panna lo leggerei prima della nanna”, è quanto hanno recitato i piccoli allievi. I loro genitori hanno, tra l’altro, offerto una serie di libri che consentiranno l’arricchimento della biblioteca scolastica allestita proprio quest’anno. “Avete fatto bene a consegnarli all’interno di uno scrigno- ha affermato a tal proposito la preside Rubino-, perché i libri sono un tesoro. Da quest’anno abbiamo potuto utilizzare le risorse a nostra disposizione in base all’esigenza come previsto della legge 107. Il primo

passo è stato proprio l’allestimento della biblioteca scolastica che voi avete arricchito con le donazioni. E’ stato per me un anno duro ma non mi sono mai sentita spaesata grazie a voi, all’amministrazione, alle docenti ai sorrisi dei bambini. L’unica difficoltà che ho riscontrato, ma sicuramente positiva, è che non riesco a destreggiarmi e a tenere il passo a tutte le iniziative delle maestre che lavorano tantissimo dall’inizio dell’anno. Mi sono emozionata per il bellissimo lavoro che c’è dietro tutto questo. Veramente complimenti, li state educando alla bellezza e solo la bellezza ci salva”, ha concluso la dirigente.