CELLOLE – La scuola primaria di via Leonardo saluta tra le lacrime l’insegnante Sellitto prossima alla pensione

CELLOLE (Matilde Crolla) – I momenti dei saluti in alcune circostanze sono quelli più toccanti. Oggi presso la scuola primaria di via Leonardo dell’istituto comprensivo ‘Serao-Fermi’ di Cellole le lacrime non sono mancate. La maestra Antonietta Sellitto ha, infatti, salutato i suoi alunni: da settembre andrà in pensione. Nel corso della manifestazione di fine anno organizzata dalle classi seconda A e seconda B, alla presenza della dirigente scolastica Gabriella Rubino, della sindaca Cristina Compasso, del vicesindaco Giovanni Iovino, di tutte le docenti, impegnate nel bellissimo progetto realizzato dalle succitate classi, e di tutti i genitori presenti

per l’occasione, la maestra Antonietta ha potuto ascoltare una toccante lettera scritta dai suoi piccoli alunni. “Ti porteremo sempre nel nostro cuore, come tu ricorderai sempre questi 34 piccoli alunni che ti hanno fatto ridere ed arrabbiare. Ti ricorderai dei nostri canti, la cui melodia riecheggiava nella tua mente anche di notte, del nostro chiasso durante la ricreazione, ma soprattutto del nostro sguardo innocente quando ti ascoltavamo durante la lezione”. “Maestra sei stata dura, diretta, ci ha insegnato a leggere

e scrivere. Ci hai fatto sorridere e sognare. Grazie per essere stata una maestra di spessore, una maestra di vita prima che di scuola. Grazie di non aver finto di essere stata vera e sincera. Grazie per averci accompagnato per due anni nel tuo massimo impegno. Contenti di aver percorso insieme a te un frammento della nostra di vita. Ti vogliamo bene!”. La maestra ha a sua volta letto tra le lacrime una lettera indirizzata ai suoi alunni in cui sottolinea come li ricorderà con gioia ed amore. “La pensione non è un traguardo- ha dichiarato la maestra-, ma una linea sottile di confine da dove si iniziano a realizzare i sogni. Ora inizierò a fare la nonna a tempo pieno!”. Applausi e abbracci durante l’evento. La stessa dirigente Rubino ha manifestato la sua emozione per l’evento di oggi, complimentandosi con le insegnanti per il grande lavoro svolto quest’anno.