TEANO – Dipendenti progetto APU al sindaco: ‘Abbiamo lavorato, adesso devi pagarci’

TEANO (Antonio Migliozzi) – Continuano le polemiche cittadine sul mancato pagamento dei 13 dipendenti del progetto APU che operano nel territorio teanese. Difatti nonostante l’opposizione consiliare abbia più volte sottolineato che il Comune potrebbe e dovrebbe procedere all’erogazione degli stipendi, il sindaco D’Andrea, così come riferito dagli stessi interessati, continua a ripetere che servono i tempi tecnici utili per sbloccare soldi ed effettuare il pagamento.

Intanto, le 13 persone che hanno partecipato con tutti i requisiti legali al bando ed hanno lavorato in questi mesi senza risparmiarsi, lo hanno fatto senza percepire alcuna remunerazione, fondamentale per considerare un lavoro dignitoso. Ma cosa che aggrava ancora di più la situazione è che, dal momento che il progetto era rivolto soprattutto a persone con difficoltà economiche, ma che prevedeva la sospensione delle prestazioni a sostegno del reddito Inps (disoccupazione, maternità, assegni familiari) chi si è trovato a partecipare a tale progetto ha perso gli eventuali sostegni Inps per non avere nulla in cambio.