ROMA / RAVISCANINA – Antenna, l’onorevole Del Sesto: tutti hanno risposto alla mia nota tranne il Comune di Raviscanina

ROMA / RAVISCANINA (Francesco Mantovani) – Stazione radio base in località Pallara, l’onorevole del Movimento 5 Stelle, Margherita Del Sesto, attraverso i social, ha affermato che tutti (Regione, Parco del Matese, Soprintendenza, Arpac) hanno risposto alla sua nota tranne il comune di Raviscanina. Nonostante la deputata abbia sollecitato telefonicamente l’ufficio tecnico. Se è vero che la casa municipale è metaforicamente la casa del popolo, è lapalissiano che chi amministra ha esposto in questo caso tutta la comunità ad una situazione di evidente imbarazzo. Che impressione può dare all’esterno un ente che ad una nota Pec inviata da una parlamentare della Repubblica Italiana non risponde nei tempi previsti dalla legge visto che proprio oggi scadono i trenta giorni?

Questo l’intervento dell’onorevole pentastellata Margherita Del Sesto:

“Premesso che l’abbattimento del “digital divide” e il wifi gratuito, così come la salvaguardia della salute pubblica e l’ecosostenibilità degli interventi sono,

da sempre, punti fermi delle politiche sociali del MoVimento Cinque Stelle, poco più di un mese fa, in seguito a diverse segnalazioni, ho inviato una nota circostanziata agli Enti preposti alla tutela e alla salvaguardia del territorio, al fine di ottenere informazioni dettagliate sull’invio di richieste preventive da parte del Comune di Raviscanina (CE) sulle valutazioni degli impatti ambientali, paesaggistici e di compatibilità elettromagnetica in relazione alla futura installazione, in località Pallara, di una Stazione Radio Base (SRB) a servizio della rete di telecomunicazione Wind Tre S.p.a. (delibera di Giunta Comunale n. 23 del 21/02/2019). In relazione a quanto premesso, la mia richiesta, quindi, è stata – esclusivamente – orientata all’ottenimento di informazioni relative a tale procedura. Dalle note di riscontro ricevute – in seguito a solleciti telefonici – dalla Regione Campania-Direzione Generale Difesa del Suolo ed Ecosistema, dal Parco Regionale del Matese e dalla

Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento si evince che nessun parere preventivo alla stipulazione del contratto con l’operatore telefonico è stato richiesto dallo stesso Comune. Inoltre, nella nota della Soprintendenza si riferisce che, oltre ai vincoli paesaggistici, l’area sulla quale dovrebbe essere installata la SRB fa parte di un comprensorio ad alto rischio archeologico, con la presenza di ruderi e necropoli sottoposti a vincolo archeologico diretto e indiretto ai sensi del D.M. 29/10/1992. Anche l’ARPAC – Dipartimento Provinciale di Caserta ha confermato telefonicamente di non aver ricevuto alcuna richiesta, anticipando che la prossima settimana effettuerà la misurazione degli attuali campi elettromagnetici nell’area oggetto dell’intervento. Al momento, il COMUNE di RAVISCANINA – pur essendo stato sollecitato telefonicamente l’Ufficio Tecnico – è l’unico ente a NON aver risposto alla nota trasmessa dalla sottoscritta lo scorso 11 marzo”

 

.